Aiutiamo il Governo ad aiutarci!, di Paolo Luparello, del 20.12.2015, domenica

20 Dicembre 2015 in Noi non facciamo sindacato, Prima Pagina

Aiutiamo il Governo ad aiutarci!, di Paolo Luparello, del 20.12.2015, domenica

2015 11 15 Paolo prima della partenza 2

Scusate.

In questi ultimi due giorni mi sono lasciato andare.

Mi sono fatto trascinare dagli eventi e stavo rischiando di perdere quello stato di grazia che il Natale inspira in tutti i cristiani.

Chiedo quindi scusa a tutti voi, a chi ho distratto i pensieri dalle faccende di questi giorni, ai rappresentanti del Governo che in effetti stanno lavorando per noi … per assicurarci un futuro … per una Sicilia migliore!

Chiedo scusa perchè ho frainteso le intenzioni del Governo. Il Governo vuole realmente tagliare gli sprechi e ridistribuire il reddito … vuole che più gente possibile possa trovare una attenzione nei propri confronti.

Chiedo scusa perchè non avevo capito che i soldi che toglieranno a noi dipendenti della Regione Siciliana saranno utilizzati per delle nobili cause.

Come non partecipare a questo profondo sforzo che vede impegnato freneticamente in queste ore componenti del governo e degli uffici di gabinetto che non sanno più dove tagliare tagliare tagliare!

Sono talmente stanchi che oramai propongono tagli soltanto sui dipendenti della Regione perchè sanno quanto guadagniamo e come possiamo fare a meno dei soldi che ci vogliono sottrarre.

Vista questa loro stanchezza aiutiamoli … è Natale … diamo loro una mano!

Aiutiamoli a trovare nel bilancio regionale quelle spese che potrebbero far risparmiare la Regione e farle erogare migliori servizi.

Chiunque di noi si occupa di gestione di capitoli di bilancio suggerisca quanto spendiamo in attività che si potrebbero realizzare con meno e con maggiore utilità.

Quanto costano gli assessori? Non si potrebbero scegliere assessori come Franco Battiato che rinunciano alla loro indennità perchè considerano il loro incarico un onore che non merita compenso?

Quanto spendono in missioni di servizio assessori e componenti degli uffici di gabinetto? E’ proprio necessario fare tutti questi viaggi?

Quanto costano gli uffici di gabinetto nei quali sono inseriti dipendenti interni ed esterni alla Regione di tutte le categorie? Sono proprio necessari? Cosa fanno che non potrebbe essere fatto da personale di uffici “normali” a ciò deputati?

A quanto ammontano le spese che annualmente il presidente della Regione, e qualche altro assessore, può disporre a propro gradimento? Sono proprio necessarie?

L’Assemblea Regionale Siciliana non potrebbe costare meno dei 150 milioni di euro circa annui di adesso?

Qualcuno sa quanto ci costano i servizi info-telematici che ci sono offerti da Sicilia e-Servizi e che pongono i nostri uffici all’avanguardia tra gli ultimi dieci paesi al mondo per arretratezza digitale?

Qualcuno sa quanti sono dei 3000 lavoratori PIP quelli che lavorano presso gli uffici regionali? Qualcuno sa quanto costano? Qualcuno sa cosa fanno?

Qualcuno sa quanti sono i lavoratori della SAS che lavorano presso gli uffici regionali? Qualcuno sa quanto costano? Qualcuno sa cosa fanno?

Qualcuno sa quanto costano alla Regione tutte le società partecipate delle quali il governo non riesce a fare a meno?

Qualcuno sa quanto ci costano i consorzi di bonifica che notoriamente permettono all’agricoltura siciliana di essere quel giardino irriguo che è?

Qualcuno sa quanto ci costano gli operai dell’Ente di sviluppo agricolo che svolgono una importantissima funzione al servizio del territorio siciliano? Quale?

Qualcuno sa quanto ci costano esattamente i circa 24 mila operai forestali che annualmente consentono alla Sicilia di essere annoverata tra le regioni meglio curate e manutenute dell’emisfero boreale?

Capisco che quelle che sopra ho elencato non rientrano tra le priorità che Roma ha individuato per la Regione Siciliana, il cui principale problema è notoriamente la pletorica dirigenza e la casta dei sindacalisti, ma potrebbe essere un modo per far partecipare tutti allo sforzo che Roma ci chiede … non vorremmo essere noi dipendenti gli unici che dovranno essere ringraziati dal popolo siciliano.

Ecco. Cogliamo l’occasione per aiutare il Governo a spendere meno e meglio. Scriviamo insieme il nostro contributo per un bilancio della Regione 2016!

Ci state?