Io la penso così, di Fedro, del 05.07.2017, mercoledì

5 luglio 2017 in Noi la pensiamo così, Prima Pagina

Io la penso così, di Fedro, del 05.07.2017, mercoledì

Ma era necessario giungere al colpo di teatro in cui si è esibito il Pubblico Ministero della Corte dei Conti chiedendo il rigetto della parificazione del Rendiconto 2016 della Regione Siciliana? Non sarebbe stato sufficiente che nelle interlocuzione che durano mesi tra gli uffici della Corte e quelli della Regione Siciliana, e in particolare della Ragioneria Generale, si fossero chieste con “forza” queste misure che adesso il governo regionale ha individuato? Probabilmente c’è a chi piace essere re per una notte!

Ci sono situazioni in cui lo Stato non riesce a trovare neanche poche centinaia di migliaia di euro, magari per bisogni primari di alcune categorie di cittadini, altre, come questa, nella quale invece si trovano “sull’unghia” miliardi di euro che vanno a scaricarsi sul debito pubblico. Ma come funziona?

L’avvocato Giovanni Bologna è il nuovo Ragioniere Generale e prende il posto del dott.Salvatore Sammartano collocato in quiescenza. Soluzione una volta tanto condivisibile da parte dell’esecutivo che assegna la titolarità del Dipartimento Bilancio e Tesoro a chi possiede sicuramente le necessarie competenze e che negli ultimi mesi ha avuto modo di guidare il Dipartimento ad interim e potendo contare sull’affiancamento con il precedente Ragioniere Generale.
Il dott. Chiaro torna alla guida di un dipartimento più in linea con la propria esperienza passata andando a dirigere il Dipartimento Finanze e Credito.
Resta comunque il fatto che l’assessorato all’economia avrebbe bisogno di una consistente immissione di unità di personale

Leggendo questo articolo ho la sensazione di non stare difronte a una pagina di cronaca politico finanziaria ma difronte a un documento politico nel quale si prende a randellate Governo e opposizione e che porta il lettore a interrogarsi sul prossimo futuro. Vuoi vedere che sta per sorgere il civismo politico che politicanti palermitani vorrebbero diffondere in tutta l’Isola, magari con un aiutino contabile?

Condividi