Un libro può cambiare la vita? … un nuovo progetto di Paolo Luparello e di chi vorrà esserci, 31.12.2018

31 Dicembre 2018 in Eventi, Prima Pagina


Un libro può cambiare la vita?

Dipende. Dipende da cosa intendi per cambiare la vita.

Un libro può essere fonte di ispirazione, per portare il cambiamento di cui avevi bisogno, per rivedere la scala dei valori, per aggiungere un senso di attesa tra i diversi momenti in cui ti puoi dedicare alla lettura, per vivere vite virtuali in compagnia di personaggi che ti hanno preso, per capire, e per tanto altro ancora.

“Un libro può cambiare la vita?” è il titolo provvisorio del nuovo progetto al quale mi voglio dedicare con “Perchè no…qualcosa si muove”, l’associazione senza fini di lucro che presiedo e con la quale ho il piacere di fare qualcosa insieme agli amici che in questi anni hanno deciso di impegnarsi insieme a me per il bene comune, che sia semplicemente il condividere momenti di aggregazione e di confronto.

Da dove nasce l’idea di questo nuovo progetto.

Si legge poco. E se si legge poco le menti sono destinate a riflettere sempre sulle stesse cose, non si aprono a punti di vista diversi, sono spesso poco propense ad accettare che ci può essere un modo diverso di affrontare gli eventi che la vita ci pone sul cammino.

Mi piacerebbe che su questa idea ognuno ci riflettesse e che dopo queste festività ci si potesse incontrare per capire cosa e come, in concreto, si potrebbe fare.
A me piacerebbe che chi ha amato e ama un libro ne parlasse e facesse si che altri ne siano incuriositi fino al punto di sentire il bisogno di leggerlo anche loro. Con l’ausilio di riprese video degli incontri e la loro pubblicazione sui social potremmo contribuire al miglioramento della qualità della vita di qualcuno, a partire da noi stessi.

Ne parliamo il 7 gennaio?

Chi fosse interessato scriva ad associazione@perchenosicilia.org

8 motivi scientifici per cui dovremmo leggere spesso libri, meglio se cartacei: ci rende più intelligenti ed empatici … leggi l’articolo al link che segue

https://www.huffingtonpost.it/2015/08/29/8-motivi-scientifici-leggere_n_8058140.html?ec_carp=8646483975992705908&fbclid=IwAR0mJFDsvBEc5ncENeqqhQJkqvrhhbkeu7XAp4r5d0CLD_qzUJFn35WXzmk&ec_carp=8646483975992705908

Condividi