da fedro

Faraone si occupa dei dipendenti della Regione? Meglio di no!, del 12.05.2014, lunedì

maggio 13, 2014 in Aria di europee da fedro

Oggi negli uffici della Regione Siciliana c’è stato di che discutere e il normale tempo dedicato ai social network e ai tornei di burraco, c’è chi riesce a organizzare anche tornei di bocce, lo si è dovuto dedicare al commento del decalogo del plenipotenziario di Renzi in terra di Sicilia, tal Davide Faraone.

Alcuni sulle prime se la sono presa un po’, ma andando poi a leggere, alcuni regionali sanno anche leggere, il decalogo al quale Faraone affida lo sviluppo economico della Sicilia ci si è resi conto di quanto burlone sia il personaggio.

Andiamo al dettaglio … Da LinkSicilia … Il piano di Faraone: nuovi tagli in Sicilia. Per salvare meglio i conti di Matteo Renzi? … ed ecco il decalogo e a fianco di ogni proposta un mio personale commento:

1) VIA GLI STIPENDI D’ORO DEI DIRIGENTI REGIONALI. Il tetto va abbassato da 250 mila a 150 mila euro. Si pensi che il presidente del consiglio dei ministri guadagna 116 Mila euro annui

… mi sembra ragionevole anche se non capisco perchè il tetto debba essere inferiore a quelli dello Stato!

2) PIÙ MERITO, PIÙ MOBILITÀ, PIÙ QUALITÀ.
I dirigenti dovranno avere contratti a termine e basati sui risultati operativi valutabili anche dai cittadini e devono essere prescelti in modo imparziale.
Eliminazione della figura del dirigente a tempo indeterminato nel settore pubblico regionale. Un dipendente pubblico è a tempo indeterminato se vince concorso. Un dirigente no.

… a parte la valutazione da parte dei cittadini, è già così … a parte naturalmente l’imparzialità nella scelta che da Lombardo in poi è esclusivamente, con qualche eccezione, rigorosamente parziale … ben venga quindi la proposta Faraone.
Riguardo alla eliminazione del dirigente a tempo indeterminato sarebbe interessante un dibattito pubblico per capire il modello che Faraone ha in testa … non vorrei essere visto come quello che mette sempre le mani avanti ma mi piacerebbe un confronto con il novello riformatore che alle spalle avrà certamente tante altre riforme.

3) STOP AI PRIVILEGI
– Basta assicurare 1 anno di retribuzione, senza svolgere funzioni, al dirigente generale che cessa la carica prima della scadenza naturale del contratto, per effetto dello spoil system

… quindi si propone il superamento del contratto collettivo di lavoro e la disciplina privatistica del rapporto di lavoro … soltanto per la dirigenza generale?

– Abolire la voce contingenza per i Dirigenti Generali, oggi si tratta di una cifra variabile da 600 a 700 al mese/cad.

… ma se si mette un tetto alla retribuzione quale è il vantaggio di toglierla?

– prevedere che i dirigenti di 2 o 3 fascia nominati dirigenti generali conservino il proprio trattamento fondamentale da dirigente e che la differenza fra trattamento da dirigente di 1 fascia e il proprio, costituisca esclusivamente una ” indennità di funzione” e non una componente del trattamento fondamentale

… anche qui, ma se si mette un tetto alla retribuzione quale è il vantaggio di inserire questa clausola? Forse quella di pagare un dirigente generale al prezzo di un dirigente normale?

– nelle more della realizzazione delle procedure concorsuali di cui alla L.r. 10/2000 ( da 3 fascia a 2 fascia dirigenziale), sono dirigenti di 2 fascia solo i dirigenti che alla data ( da inserire) abbiano ricoperto da almeno 10 anni ininterrottamente, riportando sempre valutazioni positive, incarichi di direzione di strutture intermedie della Amministrazione Regionale. Gli altri dirigenti rimangono nella 3 fascia ad esaurimento

… ma se dice che deve cessare la figura del dirigente a tempo indeterminato perchè si dovrebbero fare dei concorsi per passare da terza a seconda fascia? Riguardo all’inserimento di diritto nella seconda fascia, ferma restando l’obiezione precedente, si ha idea di quanti siano i dirigenti che per 10 anni ininterrottamente abbiano ricoperto incarichi di responsabilità di strutture intermedie e che abbiano avuto una valutazione sempre positiva … non tanto per la positività della stessa quanto per la valutazione in se (in alcuni dipartimenti mancano le valutazioni di alcuni anni)?

– prevedere che le voci individuali/personali della retribuzione fondamentale costituiscono assegni personali riassorbibili con gli aumenti contrattuali spettanti in base ai ccnl ovvero ad un qualunque aumento contrattuale corrisponderà una diminuzione di pari importo della RIA/RDA

… bastava dire che ai dirigenti non viene più riconosciuto alcun aumento contrattuale!

4) PIÙ SOLDI AI DIPENDENTI EFFICIENTI, BASTA RACCOMANDATI
– Abolire tutte le forme di trattamento economico accessorio differenziato, prevedendo che le risorse a tali scopi stanziate nel bilancio regionale, ridotte del 50%,confluiscano nei rispettivi Fondi per il trattamento accessorio del personale, e disporre espressamente il divieto di corrispondere compensi al personale a titolo di trattamento economico anche accessorio, da parte di uffici diversi dagli uffici del personale

… meglio aspettare che Faraone la spieghi in un confronto pubblico!

– Prevedere , nel sistema di incentivi per i dirigenti (indennità di risultato) la retrocessione di una quota, da attribuire ai dipendenti del comparto non dirigenziale, che si siano distinti o che comunque abbiano fattivamente e utilmente partecipato nelle azioni realizzate per il raggiungimento degli obiettivi assegnati ai dirigenti medesimi

… questa è una bella proposta! Il dirigente sceglierà finalmente a chi attribuire un premio … quanto esattamente è dato saperlo?

5) ABOLIRE L’ARAN SICILIA
Abolizione per legge dell’Aran Sicilia. ( l’ultimo ccrl è del 2007, praticamente è inattivo da almeno 5 anni, con oltre 8 dipendenti di cui 3 dirigenti inutilizzati ) Le stesse funzioni possono essere affidate senza costi aggiuntivi al dipartimento FP

… se ci riuscirà meriterà un plauso!

6) DIMEZZARE I PERMESSI SINDACALI E BENEFIT ODIOSI
– I permessi e i distacchi sindacali nella Regione Siciliana e negli enti, oggi sono calcolati in misura superiore a quanto avviene a livello statale i cui criteri sono oggi in discussione perchè considerati troppo generosi rispetto al settore privato. Prevedere un rinvio dinamico alle corrispondenti disposizioni statali o comunque prevedere un taglio del 50%

… lasciamo che siano i sindacati a dire la loro!

– Prevedere che nei giorni di chiusura degli uffici a causa di interventi di disinfestazione e/ derattizzazione, tutti i dipendenti del plesso interessato dall’intervento vengano collocati in ferie d’ufficio

… e se queste operazioni le facessero di sabato non sarebbe meglio per tutti!

– Prevedere che in nessun caso i dipendenti regionali in servizio presso enti o uffici diversi dall’Amministrazione Regionale possano percepire compensi a titolo di trattamento accessorio e buoni pasto a carico della Amministrazione Regionale

… già dovrebbe essere così, ma se lo dice Faraone!

7) IN SICILIA COME NEL RESTO DEL PAESE
Prevedere che a tutti i dipendenti della regione siciliana, di qualsiasi settore, provenienza o utilizzo, si applichi il CCRL dei dipendenti della Regione, senza alcun costo aggiuntivo, in base ad apposite tabelle di equiparazione su base annua. (Oggi ci sono contratti edili, contratti terme, contratti scuola….)

… quindi si ammette che ci sono lavoratori che percepiscono trattamenti economici più generosi di quelli dei dipendenti della Regione Siciliana?
Prevedere un rinvio dinamico a tutte le norme statali di contenimento della spesa del personale … ma se aboliscono l’Autonomia siciliana non fanno prima?

8) STOP AL FONDO AUTONOMO PER LE PENSIONI DELLA PA SICILIANA
Solo la Sicilia è la Regione d’Italia i cui dipendenti non sono iscritti a fini pensionistici alla ex INPDAP oggi INPS. Eliminare questa anomalia. Il Fondo gestito da dipendenti a carico della Regione in locali, con sistemi informativi e organizzazione a carico della Regione, costa stima al ribasso circa di 8 mln euro

… e l’INPS ci dovrebbe fornire questo servizio a gratis? Faraone ha già ipotizzato una convenzione?

9) STOP AI PENSIONATI D’ORO
Abolire la modalità di calcolo della pensione che prevede che la pensione possa essere superiore all’ultimo stipendio percepito; abolire le modalità di calcolo differenziato delle pensioni dei dipendenti regionali, disponendo che: il criterio di calcolo della pensione é, per tutti i dipendenti regionali collocati in pensione a decorrere dal…………… quello in vigore per i dipendenti dello stato e che tale disposizione di cui al comma precedente non comporta alcun conguaglio sui contributi versati

… la norma interessa soltanto una quota dei dipendenti della Regione e provocherà qualche disparità di trattamento, materia per contenzioso!

10) RIDURRE IL PERSONALE, COLLOCARE A RIPOSO I LAVORATORI
Diminuire la dotazione organica della Regione Siciliana del 30% per il comparto e del 40% per la Dirigenza in un periodo lungo 10 anni, consentirebbe alla Regione di risparmiare nell’intero
periodo circa 150.000.000,00 di euro, con un risparmio annuo a regime di 26.000.000,00 rispetto al costo sostenuto per il personale nell’anno 2013. Per ridurre il personale è necessario pensare al collocamento a riposo di lavoratori in possesso dei requisiti anagrafici e contributivi secondo l’ordinamento previgente d.l. 201/2011

… molto interessante! Peccato che per la dirigenza entro i prossimi 10 anni sarà ben superiore la quota che raggiungerà i limiti di età e sarà messa in quiescenza d’ufficio. Per il comparto non dispongo di numeri certi ma stimo che la quota di istruttori e funzionari che raggiungeranno i 65 anni di età entro i prossimi 10 anni saranno ben oltre il 30 % della dotazione organica. In cosa consisteranno poi i risparmi è tutta da vedere atteso che le pensioni sono pagate a valere sempre sul bilancio della Regione o forse Faraone pensa che l’INPS non si limiterebbe a fare soltanto i cedolini e pagherebbe con soldi dello Stato le pensioni?

Spero ardentemente che i consulenti di Renzi non siano quelli di Faraone … altrimenti dovrei cominciare a dubitare seriamente anche sulla fondatezza delle suggestioni del Presidente del Consiglio. Per Crocetta la faccenda è chiara e sembra che abbia dichiarato che Faraone fa confusione … per dirlo lui!

Cagata pazzesca

da fedro

Aria di europee?, del 05.04.2014, sabato

aprile 5, 2014 in Aria di europee da fedro

 

Chissà perchè questo interesse a candidarsi. Comunque fa piacere vedere con quanta abnegazione dei nostri concittadini decidono di farsi carico dei problemi della comunità, pronti ad andare a perorare le nostre cause … pur di potersi cimentare in queste imprese sono disposti a tutto, come si può arguire leggendo alcuni articoli!

Formazione, Crocetta show, adesso s’inventa un Elenco “B”. Nuove assunzioni in campagna elettorale? … sarà stato sicuramente frainteso!

“La questione delle Europee distinta dal rimpasto” … e che c’era dubbio! Crocetta non confonderebbe mai le due cose … vero?

Da Forza Italia ai dem, l’alleanza che difende i Pip a “reddito alto” … fino a ieri a votare la legge che prevede il taglio e adesso la vorrebbero abrogare … è proprio vero “La Regione è la casa di Gesù … cu trase unnesce chiù”!

Europee, i Drs al Pd: “Inserite Lumia in lista” … se lo dicono i DRS!

“Nessun braccio di ferro sui 7mila professionisti” … i 7 mila sarebbero quelli della formazione professionale. Mi piacerebbe capire cosa fanno tutti questi professionisti da quando il duo Crocetta-Scilabra ha preso in mano il settore … qualcuno lo sa?

Passato il 25 maggio speriamo che si mettano a lavorare sul serio … o ci dovremo preparare alle prossime elezioni regionali?

ueflag

da fedro

Aria di europee?, del 25.03.2014, martedì

marzo 25, 2014 in Aria di europee da fedro

 

Più ci avviciniamo alle prossime elezioni europee più compaiono sui giornali notizie sulle cose fatte dalla “buona” politica … notizie delle quali non c’è stata traccia per mesi e che adesso, come d’incanto, giungono a maturazione … ben vengano se portano qualcosa di buono e di concreto … ma sarà così?

Via al credito d’imposta per 53 imprese siciliane … Pubblicato l’elenco dei progetti di investimento ammessi alle agevolazioni dell’assessorato guidato da Linda Vancheri. …

Polemica sui pip espulsi per reddito Cracolici: “Si faccia marcia indietro” … ma quando hanno approvato la legge dove stavano?

L’assessore salva i teatri Sì al pagamento degli stipendi

… li mette di tasca sua la Stancheris?

Piano giovani, Sbloccati nuovi pagamenti … ma che brava l’assessora Scilabra!

… questa notizia non riguarda tanto le cose fatte ma … aria di europee sembra comunque … Catania, il ministro dell’Interno Alfano in visita dall’indagato Mario Ciancio

ueflag

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi