da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 8.09.2017, venerdì

settembre 8, 2017 in Delibere di Giunta, Prima Pagina da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 8.09.2017, venerdì

Oggi, 8 settembre 2017, venerdì, alle ore 20,00 risultano pubblicate tutte le deliberazioni del 2017 fino alla numero 368 del 31 agosto 2017, giovedì.
Rispetto al precedente post del 29 agosto u.s. risultano pubblicate 7 nuove deliberazioni, tutte datate 31 agosto.

Vediamo di che trattano le 7 delibere pubblicate.

Leggi il resto di questa voce →

da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 29.08.2017, martedì

agosto 29, 2017 in Delibere di Giunta, Prima Pagina da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 29.08.2017, martedì

Oggi, 29 agosto 2017, martedì, alle ore 20,00 risultano pubblicate tutte le deliberazioni del 2017 fino alla numero 361 del 24 agosto 2017, giovedì, eccetto quelle dalla numero 353 alla 360. Rispetto al precedente post del 01 agosto u.s. risultano pubblicate 34 nuove deliberazioni, tutte datate 24 agosto.

Vediamo di che trattano le 34 delibere pubblicate.

Leggi il resto di questa voce →

da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 01.08.2017, martedì

agosto 1, 2017 in Delibere di Giunta, Prima Pagina da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 01.08.2017, martedì

Oggi, 01 agosto 2017, martedì, alle ore 20,00 risultano pubblicate tutte le deliberazioni del 2017 fino alla numero 319 del 26 luglio 2017, mercoledì. Rispetto al precedente post del 26 luglio u.s. risultano pubblicate 21 nuove deliberazioni, tutte datate 26 luglio.

Vediamo di che trattano le 21 delibere pubblicate.

Leggi il resto di questa voce →

da fedro

Leggendo quà e là e commentando!, di Fedro, del 27.07.2017, giovedì

luglio 27, 2017 in Prima Pagina, Rassegna stampa da fedro

Leggendo quà e là e commentando!, di Fedro, del 27.07.2017, giovedì

Continuo a non comprendere questa spettacolarizzazione operata dal Procuratore della Corte dei Conti della sezione siciliana. E’ di tutta evidenza una asimmetria di vedute all’interno della stessa Corte, rispetto alle quali non è detto che il procuratore alla fine abbia ragione. Il Procuratore poi paventa scenari che potrebbero non verificarsi ma che potrebbero determinare effetti sugli investitori nel settore del debito pubblico. Ferma restando l’autonomia dell’operato della magistratura contabile, è proprio necessaria questa linea mediatica?

da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 26.07.2017, mercoledì

luglio 26, 2017 in Delibere di Giunta, Prima Pagina da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 26.07.2017, mercoledì

Oggi, 26 luglio 2017, mercoledì, alle ore 20,00 risultano pubblicate tutte le deliberazioni del 2017 fino alla numero 298 del 19 luglio 2017, mercoledì. Rispetto al precedente post del 13 luglio u.s. risultano pubblicate 8 nuove deliberazioni, tutte datate 19 luglio.

Vediamo di che trattano le 8 delibere pubblicate.

Leggi il resto di questa voce →

da fedro

Pausa finita, si riprende, del 22.07.2017, sabato

luglio 22, 2017 in Post ad hoc, Prima Pagina da fedro

Pausa finita, si riprende, del 22.07.2017, sabato

Quando mi sono assentato dai social il motivo non è stato sempre determinato da periodi di vacanze o di lavoro che mi hanno impedito di dedicare del tempo alle mie rassegne stampa o alle mie introspezioni pubbliche. Alcune volte, come quest’ultima assenza dalla quale sto rientrando in questi giorni, il vero motivo è stato determinato dalla delusione.

Non nascondo, e ci sono lì le mie tante pagine create su Facebook a dimostrarlo, che la mia presenza è sempre stata finalizzata a portare avanti dei progetti, delle idee, a coinvolgere persone.

A parte l’esperienza di Regioniamo Sicilia, con le sue luci e ombre, tante iniziative che ho provato a lanciare sono fallite, e con ognuna di esse si è forse accumulata in me un po’ di delusione. Delusione che mi porta a reagire come un bambino stizzito incurante di tutte le implicazioni che un mandare a gambe all’aria un tavolo può comportare.

Piano piano sto arrivando alla consapevolezza che io posso proporre tutte le idee e i progetti che voglio, e forse non smetterò mai di farlo, ma che le persone che fanno parte della mia cerchia di relazioni devono essere libere di non condividerle o devono poter decidere di non avere il tempo e la voglia di dedicarcisi.

Ma su di una cosa non avevo riflettuto. Sul fatto che ci sono persone che in quelle cose che scrivo, in alcune di esse almeno, trovano spunti di riflessione. Nei post quotidiani di buongiorno o di riflessione notturna hanno una sorta di appuntamento. L’aver disatteso questa aspettativa, anche per un solo amico, lo considero un gesto imperdonabile da parte mia.

Mi riprometto di non cadere più in un simile comportamento.

Alle persone alle quali sono mancate le mie parole in queste settimane dico … io ci sono!

 

 

da fedro

La Sicilia si salverà! Parola dei soliti noti, di Paolo Luparello, del 21.07.2017, venerdì

luglio 21, 2017 in Noi la pensiamo così, Prima Pagina, Rassegna stampa da fedro

Sono settimane, mesi, che degli uomini di grandi vedute, degli uomini che hanno a cuore il destino della Sicilia, degli uomini mossi da sentimenti nobili e altruistici, stanno strizzandosi il cervello per provare a inventarsi un candidato dietro il quale camuffare i vecchi politici e politicanti. Di programmi neanche a parlarne, tutto è oramai stato scritto, deve soltanto trovarsi il candidato che riesca a infinocchiare il popolo votante che ancora pratica questo esercizio di democrazia che sono le elezioni.

Tanto volontariato da parte di uomini di indubbia moralità sarebbe degno di altre cause, ma si sa benissimo che se a Palazzo d’Orleans dovesse andare realmente un candidato di rottura, sostenuto da un movimento di rottura, si assisterebbe alla rottura di un giocattolino che garantisce da decenni a una comunità di esperti, consulenti, tecnici, occupapoltrone, teste di legno, parrapiccaemanciaassai, capitani d’industria denoantri, e più recentemente di eroi dell’anti-tutto, di poter campare dignitosamente.

Se a Palazzo d’Orleans dovesse andare un inquilino veramente nuovo si assisterebbe a una vera rivoluzione che costringerebbe tanta gente ad andarsi a cercare un lavoro vero. Il numero di questi mercenari della politica è talmente elevato che sembra, però, difficile che chi li ha sempre tutelati possa essere sconfitto.

Aspettiamo ancora qualche settimana!

L’arte delle nomine. Sembra facile individuare un professionista e affidargli un incarico. Ci sono voluti anni a Crocetta Saro per giungere alla raffinatezza di questi ultimi anni. Un nuovo Presidente non potrebbe rinunciare alla collaborazione di cotanto uomo, forse!

Chissà se alle prossime elezioni gli elettori premieranno questi risultati!

Ma della povertà non se ne parla nei programmi di questi “nuovi” salvatori della patria?

 

da fedro

Bella politica! Aria nuova a quando?, di Paolo Luparello, del 20.07.2017, giovedì

luglio 20, 2017 in Noi la pensiamo così, Prima Pagina, Rassegna stampa da fedro

Tanto tuonò che … non piovve! La Corte dei Conti parifica il rendiconto del bilancio 2016 è questo è quello che conta!

Non si fa in tempo a togliere un dirigente generale esterno che subito te ne piazzano un altro, a ora di nomine anche Crocetta Sarò ha le idee chiare … per tutto il resto, lasciamo perdere!

Nel PD qualcuno deve essere proprio di coccio, il presidente del Senato Pietro Grasso non ne vuole proprio sapere di candidarsi alla presidenza della Regione Siciliana, chissà perché, è una elezione vinta in partenza, no?

Interessante analisi di Crocetta Rosario che sembra un profondo conoscitore del metodo Orlando Leoluca e che vanta sondaggi incontrovertibili … va candidato assolutamente!

Noi con Regioniamo Sicilia non abbiamo certo fatto il pieno di gente ma non governiamo un Paese o una Regione …

da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 13.07.2017, giovedì

luglio 13, 2017 in Delibere di Giunta, Prima Pagina da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 13.07.2017, giovedì

Oggi, 13 luglio 2017, giovedì, alle ore 20,00 risultano pubblicate tutte le deliberazioni del 2017 fino alla numero 290 del 07 luglio 2017, venerdì. Rispetto al precedente post del 10 luglio u.s. risultano pubblicate 4 nuove deliberazioni, tutte datate 07 luglio.

Vediamo di che trattano le 4 delibere pubblicate.

Leggi il resto di questa voce →

da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 10.07.2017, lunedì

luglio 10, 2017 in Delibere di Giunta, Prima Pagina da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 10.07.2017, lunedì

Oggi, 10 luglio 2017, lunedì, alle ore 20,00 risultano pubblicate tutte le deliberazioni del 2017 fino alla numero 286 del 04 luglio 2017, martedì. Rispetto al precedente post del 30 giugno u.s. risultano pubblicate 32 nuove deliberazioni, tutte datate 04 luglio.

Vediamo di che trattano le 32 delibere pubblicate.

Leggi il resto di questa voce →

da fedro

Una rivoluzione? Forse è il momento., di Fedro, del 10.07.2017, lunedì

luglio 10, 2017 in Noi la pensiamo così, Prima Pagina da fedro

Una rivoluzione? Forse è il momento., di Fedro, del 10.07.2017, lunedì

Il Movimento 5 Stelle ha scelto. Giancarlo Cancelleri sarà il loro candidato alla presidenza della Regione Siciliana alle prossime elezioni regionali che si terranno il 5 novembre. Gli altri schieramenti, invece, cercano ancora un candidato in grado di intercettare il consenso popolare per consentire loro di continuare il non governo della Sicilia e la perdita di altre occasioni di sviluppo.
Quello di cui la Sicilia ha bisogno è un Governo che non sia il frutto di mediazioni, che non sia diviso tra tensioni territoriali e lobbies di riferimento, che duri tutta una legislatura e faccia quello che ha previsto nel programma, qualunque esso sia, che ridia fiducia nella politica che si occupa del bene comune, che interrompa almeno per un legislatura la continuità che c’è stata nel sottobosco governativo e che è stata anche causa delle macerie che stanno sotto gli occhi di tutti.
Il Movimento 5 Stelle ha un’occasione unica e forse irripetibile per realizzare tutto ciò, anche se siamo in Sicilia.
Guardando al panorama politico regionale e nazionale, e ai soliti noti che provano a continuare a galleggiare, non si può che guardare con simpatia a questa avventura del Movimento 5 Stelle in Sicilia.

da fedro

Io la penso così, di Fedro, del 07.07.2017, venerdì

luglio 7, 2017 in Noi la pensiamo così, Prima Pagina da fedro

Io la penso così, di Fedro, del 07.07.2017, venerdì

Adesso si che la Politica con la “P” maiuscola comincia a fare sul serio! Modello Orlando e Caterina Chinnici … e non ce n’è per nessuno! Vadano avanti così che le elezioni sono già belle e fatte! E questi governano da 10 anni la Sicilia?

Se alla salute giova, ben venga la crisi!

E allora? La crisi morde, la disoccupazione è alle stelle, che c’è di male se qualcuno ha trovato il modo per sbarcare il lunario? Questa sensibilità della politica per i bisogni della famiglia, anche di una sola famiglia, è da premiare! #vivacrocettailcollocatore 

Non sanno governare ma per elaborare strategie per conquistare il governo sono bravissimi! Per battere il candidato del M5S che rischia di azzerare 60 anni di mercimonio della democrazia all’insegna dello spreco di risorse questi grandi statisti provano a mettere insieme il diavolo e l’acqua santa e chiedo scusa a “entrambi” perché non meriterebbero una simile metafora!

Dispiace leggere il dato sul probabile astensionismo. Una risposta stupida e irresponsabile che rischia di consegnare la Sicilia ancora una volta al voto “strutturato” e “lobbistico” fatto di presunti imprenditori, di legioni di precari, di legacci e lagacciuoli che non permettono l’esercizio dei diritti minimi a chi vuole fare impresa, di mala gestione di acqua e rifiuti, e di tutto ciò che relega la Sicilia in fondo a ogni classifica positiva. I parlamentari verrano eletti comunque, anche se andranno a votare i soli 70 candidati alle prossime regionali e le persone “perbene” non votanti saranno i veri complici di chi continuerà a distruggere la Sicilia e il futuro dei siciliani. Bravi, proprio bravi gli astensionisti … ma andate a fare in culo!

Non capisco. La Lantieri, assessore alle autonomie e alla funzione pubblica, dalla quale dipende il dipartimento della funzione pubblica che ha prodotto la circolare che ha determinato la “stretta” sui permessi della legge 104 rivendica un piccolo successo che il suo dirigente generale sia ritornato, sembra parzialmente, sui suoi passi. Di questi successi se ne potrebbero ottenere 10, 100, 100 ogni giorno, ma di che stiamo parlando! …

 

da fedro

Io la penso così, di Fedro, del 05.07.2017, mercoledì

luglio 5, 2017 in Noi la pensiamo così, Prima Pagina da fedro

Io la penso così, di Fedro, del 05.07.2017, mercoledì

Ma era necessario giungere al colpo di teatro in cui si è esibito il Pubblico Ministero della Corte dei Conti chiedendo il rigetto della parificazione del Rendiconto 2016 della Regione Siciliana? Non sarebbe stato sufficiente che nelle interlocuzione che durano mesi tra gli uffici della Corte e quelli della Regione Siciliana, e in particolare della Ragioneria Generale, si fossero chieste con “forza” queste misure che adesso il governo regionale ha individuato? Probabilmente c’è a chi piace essere re per una notte!

Ci sono situazioni in cui lo Stato non riesce a trovare neanche poche centinaia di migliaia di euro, magari per bisogni primari di alcune categorie di cittadini, altre, come questa, nella quale invece si trovano “sull’unghia” miliardi di euro che vanno a scaricarsi sul debito pubblico. Ma come funziona?

L’avvocato Giovanni Bologna è il nuovo Ragioniere Generale e prende il posto del dott.Salvatore Sammartano collocato in quiescenza. Soluzione una volta tanto condivisibile da parte dell’esecutivo che assegna la titolarità del Dipartimento Bilancio e Tesoro a chi possiede sicuramente le necessarie competenze e che negli ultimi mesi ha avuto modo di guidare il Dipartimento ad interim e potendo contare sull’affiancamento con il precedente Ragioniere Generale.
Il dott. Chiaro torna alla guida di un dipartimento più in linea con la propria esperienza passata andando a dirigere il Dipartimento Finanze e Credito.
Resta comunque il fatto che l’assessorato all’economia avrebbe bisogno di una consistente immissione di unità di personale

Leggendo questo articolo ho la sensazione di non stare difronte a una pagina di cronaca politico finanziaria ma difronte a un documento politico nel quale si prende a randellate Governo e opposizione e che porta il lettore a interrogarsi sul prossimo futuro. Vuoi vedere che sta per sorgere il civismo politico che politicanti palermitani vorrebbero diffondere in tutta l’Isola, magari con un aiutino contabile?

da fedro

Io la penso così, di Fedro, del 04.07.2017, martedì

luglio 4, 2017 in Noi la pensiamo così, Prima Pagina da fedro

Io la penso così, di Fedro, del 04.07.2017, martedì

Ma siete proprio sicuri che lui potrà far vincere il centro-sinistra in Sicilia? Ho la sensazione che si sia proprio alla frutta in un certo schieramento politico!

Non so se sono in malafede quelli della Corte dei Conti o quelli di Live Sicilia. Premetto che non sono un simpatizzante di Crocetta Saro e che sono di quelli che spera in un governo autenticamente nuovo per la prossima legislatura regionale.
Detto ciò, come si fa a lanciare questa sorta di allarme come se la Sicilia fosse sull’orlo di chissà quale precipizio quando il debito procapite di ogni italiano è di quasi 40 mila euro procapite?
Ho come la sensazione che si voglia dipingere una situazione economico finanziaria di gran lunga peggiore di quanto lo sia nella realtà. A quale fine? Per spianare la strada, forse, a qualche salvatore della patria che il popolo potrà individuare come più adatto alla guida della Regione rispetto a movimenti politici nuovi e con poca esperienza?

Analisi corretta e condivisibile, ma a che pro? Il 50% degli elettori non andrà a votare, è un loro diritto ma dal punto di vista civico sono degli ignavi e dei complici ai quali, alla fine, sta bene che i soliti noti possano continuare a fare i loro sporchi affari. Il restante 50% si dividerà tra voto d’opinione e voto strutturato ed è a quest’ultimo che mirano i vecchi partiti con le loro oligarchie, è a questo voto strutturato che cercano di offrire una foglia di fico per consentirgli di votare la solita minestra all’insegna del “meglio il cattivo conosciuto che il buono da conoscere”. Provo soltanto un senso di nausea.

 

da fedro

Io la penso così, di Fedro, del 01.07.2017, sabato

luglio 1, 2017 in Noi la pensiamo così, Prima Pagina da fedro

Io la penso così, di Fedro, del 01.07.2017, sabato

Si sa da mesi che il Ragioniere Generale, dott. Salvatore Sammartano, sarebbe andato in pensione a far data dal primo luglio 2017, e il governo che fa? Aspetta che lui vada in pensione e convoca la giunta che dovrà nominare il suo successore il 4 luglio 2017. Uno dei posti nevralgici dell’Amministrazione regionale non viene quindi coperto con una nomina ponderata e senza soluzione di continuità, ma si viene a creare una sorta di cesura che anche per pochi giorni bloccherà l’attività di importanti settori dell’Amministrazione regionale … i pagamenti per esempio!
Ma è questo il modo di amministrare una Regione?

Il fatto che la Corte dei Conti non abbia fatto mancare la parifica a bilanci della Regione che presentavano ben più pesanti criticità nel passato, con presidenti come Cuffaro, Lombardo e lo stesso Crocetta, non vuol dire che la stessa oggi non debba fare valere quelle che giudica gravi carenze tali da chiedere di non approvare la parifica del bilancio 2016. Ma le omissioni che oggi la Corte denuncia sono una novità di quest’anno?
Aspettiamo le risposte che il Governo darà e speriamo che questa uscita della Corte non danneggi la Regione agli occhi delle agenzie di rating che difronte a una denuncia così grave potrebbero penalizzare il giudizio sulla accountability dell’Ente che sicuramente in questi ultimi 3 anni ha fatto un enorme lavoro che sarebbe dovuto essere riconosciuto pubblicamente … sempre se si parla di contabilità!

Notiziona!!! Udite udite! Per il 15esimo anno di fila il procuratore della Corte dei Conti punta il dito sul rapporto tra numero di dirigenti e numero di unità di personale del comparto non dirigenziale. Sembrerebbe che ogni 9 unità di personale a tempo indeterminato ci sarebbe un dirigente, ben lontani dal rapporto che c’è il altre Regioni italiane. Naturalmente al procuratore non interessa se poi nell’amministrazione regionale ci sono altre migliaia di persone che lavorano sotto il coordinamento dei dirigenti (PIP, SAS, personale a tempo determinato, senza contare poi gli operai forestali, o i professionisti dell’assistenza tecnica). Ma possibile che nessuno si alza e faccia presente la pochezza di questo indicatore?

da fedro

Condoglianze a Giuseppe e Calogero Greco, del 01.07.2017, sabato

luglio 1, 2017 in Post ad hoc, Prima Pagina da fedro

Condoglianze a Giuseppe e Calogero Greco, del 01.07.2017, sabato

Ho appena appreso della morte del papà di Giuseppe Flavio e Calogero Greco, più che due colleghi due amici con i quali da oltre vent’anni conduciamo una bellissima amicizia.

Come ho avuto modo di dire loro, la morte, l’interrompersi di una frequentazione terrena, è sempre un qualcosa di doloroso che ci toglie qualcosa, ma quando gli eventi seguono la legge di natura che vede i figli poter essere accompagnati per lunga parte della propria vita dai propri genitori, ci si deve considerare fortunati. La morte anche se ci sottrae la possibilità di averli nella nostra quotidianità non potrà mai toglierci tutto ciò che ci è stato dato nel corso della loro vita.

Un abbraccio fraterno a Giuseppe Flavio, a Calogero, alle loro mogli e ai loro figli, anche da parte di tutti gli amici e colleghi che hanno avuto modo di conoscerli ed apprezzarne le qualità umane e professionali.

 

 

da fedro

Io la penso così, di Fedro, del 30.06.2017, venerdì

giugno 30, 2017 in Noi la pensiamo così, Prima Pagina da fedro

Io la penso così, di Fedro, del 30.06.2017, venerdì

Sono passate quasi tre settimane dalla elezione del nuovo (si fa per dire) sindaco di Palermo e tutto sembra essere tornato alla normalità. Gli operatori ecologici che avevano brillato per presenza e attitudine all’impegno nelle ultime settimane di campagna elettorale sono scomparsi e la città torna ai fasti soliti della inciviltà imperante. Così come tornano a conquistare il territorio i campioni dell’abusivismo che non operano certo nelle catacombe, o in luoghi lontani da occhi indiscreti, ma alla luce del sole e quanto più in vista possibile. Oggi leggiamo di questo sequestro. Ma è l’unico abusivo di Palermo? A quale “palude” si riferiva Orlando in campagna elettorale? A quella che lo avrebbe potuto sostituire alla guida della città o all’anarchia selvaggia che tende a far paragonare Palermo più a un mercatino rionale piuttosto che a una metropoli europea intrisa di una cultura mediterranea? Chi è stato eletto sindaco di una città come Palermo faccia il sindaco e dedichi a questo compito i suoi sforzi! 

Ci sono delle attività che non possono essere realizzate secondo i tempi delle norme di contabilità e per le quali vanno trovate delle soluzioni adeguate. Soluzioni che non possono essere quelle di lasciare alla fantasia amministrativa della burocrazia la soluzione di problemi ben noti da tempo, anche perché quando si apre alla fantasia non si sa mai dove si va a finire … oltre che essere contro la legge.
A questo punto non ci resta che sperare che gli schieramenti politici che si accingono a proporsi per la guida della Regione alle prossime elezioni di novembre comincino a studiare soluzioni da proporre piuttosto che limitarsi a scegliere il cavallo di razza per vincere le elezioni per continuare a fare quello che hanno fatto nel passato … un c….!

Mi sfugge il senso di ciò che il bravo giornalista vorrebbe far arrivare al lettore attraverso questo articolo. L’amministrazione regionale, un ufficio dell’Amministrazione regionale, realizza un lavoro encomiabile e il giornalista tiene a puntualizzare che sono stati pubblicati 4 mega bandi in 4 giorni. Sarebbe stato interessante che il bravo giornalista, anziché prendere nota dei bandi pubblicati, ci informasse di quali saranno le economie attese rispetto al passato, quando magari questi bandi erano tanti e divisi tra le tante stazioni appaltanti e magari i servizi venivano aggiudicati a prezzi unitari differenti e non giustificabili. Ma cosa ci vuole invece segnalare il bravo giornalista?

da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 30.06.2017, venerdì

giugno 30, 2017 in Delibere di Giunta, Prima Pagina da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 30.06.2017, venerdì

Oggi, 30 giugno 2017, venerdì, alle ore 20,00 risultano pubblicate tutte le deliberazioni del 2017 fino alla numero 254 del 27 giugno 2017, martedì. Rispetto al precedente post del 25 giugno u.s. risultano pubblicate 17 nuove deliberazioni, 9 delle quali datate 23 giugno e 8 datate 27 giugno.

Vediamo di che trattano le 17 delibere pubblicate.

Leggi il resto di questa voce →

da fedro

Io la penso così, di Fedro, del 29.06.2017, giovedì

giugno 29, 2017 in Noi la pensiamo così, Prima Pagina da fedro

Io la penso così, di Fedro, del 29.06.2017, giovedì

Le colpe sono sempre degli altri. Questa è una brutta abitudine nella quale alcuni raggiungono punte di eccellenza. Ognuno si assuma le proprie responsabilità e si dica che finché le risorse finanziarie necessarie per una emergenza, come è quella degli incendi che funestano ogni anno la Sicilia, vengono affidate al bilancio regionale approvato di norma a fine aprile continueremo ad assistere a questi disastri. Siamo d’accordo che la colpa è certamente di un Governo e di una maggioranza parlamentare che non permettono agli uffici regionali di operare nei termini di una efficace programmazione fatta per tempo?

Credo che la toponomastica scritta in tre lingue (italiano, arabo, ebraico) nel centro storico di Palermo sia più antica della pur antica esperienza amministrativa di Orlando, così come antica è la cultura dell’accoglienza che contraddistingue il popolo palermitano, specialmente il popolino, quello più schietto e più sincero.
Io sono orgoglioso di essere palermitano.

da fedro

Io la penso così, di Fedro, del 28.06.2017, mercoledì

giugno 28, 2017 in Noi la pensiamo così, Prima Pagina da fedro

Io la penso così, di Fedro, del 28.06.2017, mercoledì

La Regione chi? Potremmo essere più precisi e cercare di far capire se la responsabilità è da attribuire ai funzionari dell’Amministrazione regionale o se ci sono decisioni politiche che hanno fatto sì che sia passato tutto questo tempo senza che si sia provveduto a far aprire le nuove farmacie? Ma gli attuali titolari di farmacie cosa ne pensano di queste ulteriori 222 nuove farmacie, sempre che un giorno vedranno la luce?

Evviva la politica del c….! Tutti a cercare il santino magico dietro il quale i soliti noti possano continuare a fare quello che hanno fatto in tutti gli anni passati, nulla per il popolo e molto per i poltronisti. Il programma poi si vedrà, tanto servirà soltanto per quegli allocchi che ancora credono che questi personaggi proveranno a fare quello che promettono.
Prima costruite un programma. Dichiarate quali obiettivi intendete raggiungere. E poi, solo poi, individuate la figura politica che meglio può realizzare quel programma! Finiamola con queste pagliacciate. Serve gente che ne capisca di amministrazione pubblica e che conosca gli squali che si aggirano attorno a Palazzo d’Orleans!

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi