da fedro

Il faro di capo Maluventu, di Fedro

Febbraio 6, 2019 in Prima Pagina, Racconti da fedro

Il faro di capo Maluventu, di Fedro
— — —
Bifari si destava dal suo isolamento per tre mesi all’anno, da giugno ad agosto, per riempirsi di turisti e villeggianti che trasformavano quel piccolo borgo marinaro in un assordante villaggio vacanze. Le case si distribuivano lungo la stretta lingua di terra delimitata dalla spiaggia di sabbia bianca e da monte Piddirinu che si ergeva per oltre 200 metri e si inoltrava nel golfo di Bifari con la sua forma che richiamava il dorso di un elefante in vena di abluzioni. All’estremo ovest del golfo insisteva una ripida scogliera in cima alla quale faceva bella mostra il faro di capo Maluventu. Rari erano i frequentatori estivi di Bifari che si avventuravano per quei due km di stradella che si inerpicava dalla periferia del paese fino al faro, i più erano più che soddisfatti delle acque del golfo e di quella spiaggia che sembrava talco. Il faro era oramai disabitato da un ventennio e soltanto Paolo aveva l’abitudine di salire tutti i giorni fino in cima a quella scogliera per godersi lo spettacolo di quella vista sul golfo in basso e sul mare aperto oltre il golfo.
Paolo non avrebbe rinunciato per nulla al mondo a quella escursione quotidiana che effettuava in qualsiasi stagione e con qualsiasi condizioni meteoriche. Portava sempre con se una piccola colazione e poteva rimanere ore e ore ad osservare lo spettacolo della natura che da li si poteva osservare.
Fu un giorno di primavera con un sole timido e un vento teso che spazzava le nuvole che sembravano rincorrersi che al faro Paolo trovò una sorpresa destinata a cambiare il corso di quella consuetudine. Seduta sulla roccia sulla quale era solito accoccolarsi trovò una giovane donna che al suo arrivo non si scompose più di tanto e non lo degnò neanche di un saluto. Paolo si sentì a disagio
e per la prima volta dopo tanti anni la visita al faro non gli fece provare quel senso di benessere al quale si era abituato e si vide costretto a riprendere la via del ritorno prima del solito.
La scena si ripetè nei successivi giorni e Paolo cominciò a perdere quella pace interiore che lo aveva accompagnato in quegli anni.
Nonostante la presenza oramai fissa della donna al faro, Paolo continuava a inerpicarsi fino al faro con la segreta speranza che la sconosciuta si stancasse. Ma così non fu e dovette attendere lunghi mesi, fino alla prima domenica di maggio, perchè la situazione mutasse e gli eventi prendessero una piega alla quale non è facile credere.

— — —
Nelle migliori librerie

da fedro

Notturno, di Fedro

Febbraio 5, 2019 in Prima Pagina, Racconti da fedro

Notturno, di Fedro
— — —
Di necessità aveva fatto virtù e la notte era stata eletta a parte principale della sua giornata. C’era stato un tempo in cui la notte era fatta per dormire, ma non ricordava quando il suo bisogno di sonno era andato diminuendo fino al punto di non distinguere più il giorno dalla notte. Gli erano sufficienti dei brevi periodi di dormiveglia, non più di 15 minuti, per recuperare il livello di attenzione necessario per il suo lavoro e di dormiveglia in dormiveglia poteva andare avanti per settimane, anche mesi. Ma se durante il giorno il suo lavoro riusciva a impegnarlo, la notte era un tormento. La lettura lo aiutava ma non riusciva a leggere tutta la notte e fu così che cominciò a riempirla di tanti impegni, impegni che non avrebbe mai immaginato se adesso non li vivesse in prima persona.
— — —
Nelle migliori librerie

da fedro

Viaggio senza destinazione, di Fedro

Febbraio 4, 2019 in Prima Pagina, Racconti da fedro

— — —

Aspettava quelle due settimane come un nuotatore attende il momento in cui riemerge dall’acqua e ricarica i polmoni. Nessuno sapeva cosa avrebbe fatto in quei giorni, neanche lui. Sapeva soltanto che avrebbe preso il primo treno in partenza dalla stazione di Remy e da lì sarebbe andato avanti di coincidenza in coincidenza secondo le sensazioni del momento. Avrebbe camminato, avrebbe preso ogni mezzo di trasporto si fosse reso necessario e disponibile al momento, avrebbe dormito dove ne avesse sentito il bisogno e si sarebbe fermato dove avrebbe avuto il piacere di osservare luoghi mai visti e respirare atmosfere che lo inebriassero. Di certo avrebbe parlato il meno possibile, avrebbe voluto passare inosservato e non modificare in nessun modo le vite che attraversava nel suo viaggio.

E anche questa volta sarebbe tornato carico di tante storie e pronto a immergersi nella sua routine fino alla prossima evasione.

— — —

Nelle migliori librerie

da fedro

Siamo condannati all’ottimismo, a proposito delle prossime scadenze sindacali, di Paolo Luparello

Febbraio 3, 2019 in Prima Pagina, Sindacato da fedro

Le prossime settimane potrebbero essere importanti per i dirigenti della Regione Siciliana. Potrebbero partire due importanti tavoli di confronto, uno sul rinnovo contrattuale atteso da circa 14 anni e un altro sulla riorganizzazione degli uffici dei dipartimenti regionali.

L’auspicio è che non si ripeta quanto è successo per il confronto sul sistema di misurazione e valutazione della performance, sistema attraverso il quale dirigenti e non dirigenti si vedranno valutati al fine di poter accedere al salario accessorio legato alla performance, alias i risultati raggiunti dagli uffici. Nonostante l’impegno profuso dalle organizzazioni sindacali, con in testa la Cisl-Fp, nel tentativo di rendere il sistema meno astruso e più facile da applicare, le osservazioni rappresentate al tavolo sono state tradotte dal Governo in una richiesta di mera semplificazione senza tenere conto delle osservazioni di merito che avrebbero semplificato si il sistema ma che lo avrebbero anche reso più comprensibile a chi sarà chiamato ad applicarlo nei diversi dipartimenti e soprattutto a chi ne subirà l’attuazione e cioè i lavoratori di ogni ordine e grado, per esempio anche gli operatori che accolgono gli utenti all’ingresso degli uffici.

Nella definizione del sistema di misurazione e di valutazione della performance non c’è stata capacità di ascolto, ci si è arroccati sulla difesa di un elaborato autoreferenziale gradito, a quanto pare, negli ambienti del controllo (CdC?) senza tenere in alcuna considerazione l’impatto sulla attività degli uffici sia in fase di programmazione e riprogrammazione, sia in fase di rendicontazione. Un sistema che non serve per migliorare ma solo per dimostrare che si fa qualcosa e dispiace che non si riesca invece a fare qualcosa che migliori realmente la performance complessiva degli uffici in termini di rapidità e di piena utilizzazione delle risorse finanziarie ricorrendo ai pochi, ma funzionanti, sistemi informativi in uso piuttosto che mettendo in campo sistemi informativi per il controllo di gestione che fanno poco e che quel poco che fanno nulla ha a che vedere con il controllo di gestione.

Sulla riorganizzazione degli uffici dei dipartimenti non ci facciamo grandi illusioni. Dalle anticipazioni dei giornali si comprende che anche questa volta si è guardato soltanto ai numeri delle strutture, quante aree e servizi e quante unità operative di base si sono tagliate.

Speriamo di essere smentiti e attendiamo con curiosità il lavoro svolto dagli uffici della Segreteria Generale. Potremmo scoprire che finalmente ogni dipartimento è stato disegnato in modo che le funzioni comuni a tutti i rami di Amministrazione siano state attribuite ad analoghe strutture, che in ogni dipartimento sia stata prevista una struttura deputata all’innovazione tecnologica in grado di dialogare fattivamente con le strutture deputate alla realizzazione della tanto agognata amministrazione digitale, che siano state previste le tanto attese economie di scala riconducendo attività comuni a tutti i diversi uffici a strutture a ciò deputate, che i servizi di “linea” siano stati chiaramente individuati non attraverso una sterile ed “ermetica” descrizione dei riferimenti normativi ma attraverso una descrizione che sia comprensibile alla diversa utenza. Potremmo scoprire che il numero delle aree, dei servizi e delle unità operative di base sia stato dettato non dalla “prolissità” della declaratoria delle funzioni ma dai dati di produzione degli stessi (numero di procedimenti o di processi e quantità di prodotti tecnico amministrativi realizzati nel recente passato e previsti per l’immediato futuro, dotazione organica degli stessi all’attualità e in un auspicato futuro, e altri “driver” del genere).

Non vorremmo trovare anche a questo tavolo incapacità di ascolto, come se da questo lato del tavolo venissero portate delle mere istanze di tutela degli orticelli di qualche iscritto e non il disegno di una Amministrazione in grado di funzionare avendo chiaro il progetto che è chiamata a realizzare. Ricordiamo che a questo tavolo non si “contratta”, cioè il sindacato non ha capacità di interdizione, ma si “concerta”, cioè al termine del confronto l’Amministrazione può riassumere la propria posizione rimanendo dell’idea che aveva prima di sedersi al tavolo, rinunciando anche a quelle idee e a quei suggerimenti che potrebbero migliorare il progetto portato al tavolo di confronto. Speriamo che non sia così.

E poi ci potrebbe essere il tanto atteso e agognato tavolo negoziale che ci dovrà portare alla sottoscrizione del contratto collettivo regionale di lavoro per il triennio 2016-2018 dopo un blocco di circa 14 anni.

Noi abbiamo le idee chiare su ciò che vogliamo, un recupero del potere d’acquisto, una ristrutturazione delle voci della retribuzione, un sitema di tutela del percorso professionale compiuto dai dirigenti, un sistema di regole trasparenti nella attribuzione degli incarichi, il riconoscimento della importanza di incarichi individuali di alta professionalità al di là della direzione di strutture di ogni ordine e grado, una durata degli incarichi dirigenziali coerente con i progetti e i programmi da realizzare unitamente alla esigenza di “ricostruire” il senso di appartenenza ai diversi uffici in cui si articola l’Amministrazione regionale.

Speriamo che dall’altro lato del tavolo si incontri una controparte in grado di interpretare una “visione” di ciò che serve per il futuro della Sicilia e che la tornata negoziale non sia vista come una mera faccenda “di conti e di 0,…”.

Siamo condannati all’ottimismo.

da fedro

Non rispondere agli sconosciuti, di Fedro

Febbraio 2, 2019 in Prima Pagina, Racconti da fedro

Non rispondere agli sconosciuti, di Fedro

— — —

I due si conobbero una mattina di inverno alla fermata del bus per l’aeroporto. Lui le chiese conferma se quella fosse la fermata per l’aeroporto. Lei rispose di si. All’aeroporto si trovarono fianco a fianco al banco della stessa compagnia aerea. Lui le chiese conferma se fosse proprio quello il banco della Transavia, lei lo guardò e le rispose di si. Poco più tardi stavano ancora vicini al gate per l’imbarco per Parigi. Lui le chiese conferma se quello fosse il gate per Parigi. Lei lo guardò fissa negli occhi e dopo pochi secondi durante i quali il tempo sembrò fermarsi gli rispose ancora una volta di si, e su di loro piovve una grandinata di riso.

— — —

Nelle migliori librerie

da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 01.02.2019, venerdì

Febbraio 1, 2019 in Delibere di Giunta, Prima Pagina da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 01.02.2019, venerdì

Oggi, 1 febbraio 2019, venerdì, alle ore 15,30, risultano pubblicate tutte le deliberazioni del 2019 fino alla numero 52 del 29 gennaio 2019, martedì

Vediamo di che trattano le 21 delibere pubblicate.

N. Data Descrizione Assessorato
52 29/01/2019 Deliberazione della Giunta regionale n.27 del 17 gennaio 2019 relativa a : ‘Autorizzazione al Presidente della Regione a rinunciare al ricorso innanzi alla Corte costituzionale, iscritto al n. 24 del registro ricorsi 2018, concernente l’impugnazione per questione di legittimità costituzionale dell’art.1, comma 830 primo periodo, della legge 27 dicembre 2017, n. 205 recante: Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020’ – Integrazione
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_052_19.pdf
presidenza
51 29/01/2019 Autorizzazione per la costituzione di parte civile della Regione Siciliana, e segnatamente degli Assessorati regionali dei beni culturali e dell’identità Siciliana e dell’energia e dei servizi di pubblica utilità, nel procedimento penale n. 4179/2015 R.G.N.R. e n. 544/16 R.G. G.I.P., nei confronti di XXXXXXX, ed in particolare n. 3412/18 R. G.I.P. e n. 2618/18 R.G.T., pendente presso il Tribunale di Messina, a carico di XXXXXXXX
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_051_19%20con%20omissis.pdf
presidenza
50 29/01/2019 Preposizione del Dirigente responsabile dell’Ufficio Speciale per la chiusura e liquidazione degli interventi a valere sul piano dell’offerta formativa, anni 1987-2011, e sull’obbligo di istruzione e formazione, anni 2008-2013
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_050_19%20con%20omissis.pdf
autonomie locali e funzione pubblica
49 29/01/2019 Autorizzazione alla costituzione di parte civile della Regione Siciliana, e segnatamente dell’Assessorato regionale dell?istruzione e della formazione professionale, nel procedimento penale n. 8664/2015 R.G.N.R. – n. 2513/2018 R.G. G.I.P., a carico di XXXXXXXXXXX pendente presso il Tribunale di Catania ? Estensione autorizzazione all’Assessorato regionale della famiglia, delle politiche sociali e del lavoro
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_049_19%20con%20omissis.pdf
presidenza
48 29/01/2019 Adozione di politiche attive, per il tramite del Servizio Sanitario Regionale, volte all?avvio e/o all?implementazione delle attività di prevenzione socio-sanitaria, di monitoraggio e di accesso ai servizi sanitari in favore dei cosiddetti sex workers operanti nel territorio della Regione Siciliana, nonché di tutta la popolazione siciliana. Apprezzamento
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_048_19.pdf
salute
47 29/01/2019 Legge regionale 13 agosto 1979, n. 200 e successive modifiche e integrazioni – Approvazione Piano di ripartizione dei finanziamenti da assegnare agli Enti Gestori delle Scuole di Servizio Sociale per l’Anno Accademico 2017/2018
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_047_19.pdf
istruzione e formazione professionale
46 29/01/2019 Accordo di programma quadro tra l’Assessorato regionale dei beni culturali e dell’identità siciliana ed i Gruppi di Azione Locale ? GAL operanti sul territorio regionale – Apprezzamento
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_046_19.pdf
beni culturali
45 29/01/2019 Istituto Regionale per il Credito alla Cooperazione I.R.C.A.C. – Approvazione bilanci relativi alla gestione propria e del fondo unificato a gestione separata, esercizio finanziario 2010
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_045_19.zip
attivita’ produttive
44 29/01/2019 Marchio collettivo ‘Qualità Sicura garantita dalla Regione Siciliana’. Approvazione ‘Progetti di disciplinari di produzione’
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_044_19.pdf
gricoltura, sviluppo rurale e pesca mediterranea
43 29/01/2019 Programma Operativo FESR Sicilia 2014/2020 ? ‘Descrizione delle funzioni e delle procedure in atto per l’Autorità di Gestione e per l’Autorità di Certificazione (SiGeCo), versione Dicembre 2018’ – Apprezzamento
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_043_19.zip
presidenza
42 29/01/2019 P.O. FESR Sicilia 2014/2020 ? Strategia Nazionale Aree Interne SNAI. Area Interna sperimentale Val Simeto. Schema di Accordo di Programma Quadro: Val Simeto. Liberare radici per generare cultura
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_042_19.zip
presidenza
41 29/01/2019 Programmazione 2014/2020. Strategia di Sviluppo Urbano Sostenibile delle città di Marsala, Trapani, Erice, Castelvetrano e Mazara del Vallo. Delega di funzione
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_041_19.pdf
presidenza
40 29/01/2019 Programmazione 2014/2020. Strategia di Sviluppo Urbano Sostenibile delle città di Ragusa e Modica. Delega di funzione
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_040_19.pdf
presidenza
39 29/01/2019 Deliberazione della Giunta regionale n. 399 del 21 ottobre 2018. Approvazione piano di interventi
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_039_19.pdf
presidenza
38 29/01/2019 Approvazione della scheda progetto-intervento ‘Sostegno centri per le famiglie’ in attuazione dell’Intesa sancita in sede di Conferenza Unificata tenutasi in data 31 ottobre 2018, riguardante la ripartizione del Fondo nazionale per le Politiche della Famiglia per l’anno 2018
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_038_19.pdf
famiglia, politiche sociali e del lavoro
37 29/01/2019 Piano di utilizzo di cui all’art. 13, comma 3 bis, della legge regionale 17 maggio 2016, n. 8 come aggiunto dall’art. 19, comma 1, della legge regionale 10 luglio 2018, n. 10. Apprezzamento
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_037_19.pdf
famiglia, politiche sociali e del lavoro
36 29/01/2019 Piano regionale per la lotta alla povertà ? Presa d’atto
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_036_19.pdf
famiglia, politiche sociali e del lavoro
35 29/01/2019 Fondo per le non autosufficienze ? FNA 2017 ? Programma attuativo. Apprezzamento
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_035_19.pdf
famiglia, politiche sociali e del lavoro
34 29/01/2019 Sistema di accreditamento dei soggetti pubblici e privati per l’erogazione dei servizi per il lavoro in Sicilia. Apprezzamento
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_034_19.pdf
famiglia, politiche sociali e del lavoro
33 29/01/2019 Legge regionale 8 maggio 2018, n. 8. Articolo 22, comma 8. Autorizzazione iscrizione somme
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_033_19.pdf
economia
32 29/01/2019 Piano triennale per la Prevenzione della Corruzione e per la Trasparenza – Aggiornamento 2019-2021 ? Presa d’atto
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_032_19.zip
presidenza

Ricordiamo che con la pubblicazione della legge regionale 21 del 2014 e in particolare con l’art.68, le delibere delle giunta dovranno essere pubblicate entro 48 ore dalla loro approvazione … (il comma 2 recita espressamente … “2. È fatto obbligo di pubblicare nel sito internet della Regione siciliana per esteso, compresi gli eventuali allegati, entro le successive 48 ore dalla approvazione, termine perentorio, le deliberazioni …)  

da fedro

Il bosco di Passo oscuro, di Fedro

Febbraio 1, 2019 in Prima Pagina, Racconti da fedro

Il bosco di Passo oscuro, di Fedro
— — —
Ci sono luoghi incantati, ma non per tutti, perchè spesso la bellezza è negli occhi di chi guarda.
Nilde racchiudeva il suo paradiso nel bosco di Passo oscuro all’interno del quale, in una radura inaccessibile, si era costruita un piccolo rifugio che aveva dotato di tutto ciò che le serviva per trascorrervi il suo tempo libero e qualche volta dormirvi.
In quel bosco Nilde aveva passato i suoi momenti più felici. Aveva fatto amicizia con le creature del bosco la cui osservazione per lunghe ore la rapiva in una sorta di estasi.
Tutto le piaceva di quel bosco, anche gli anfratti più remoti in cui le chiome degli alberi erano così fitte che la luce filtrava appena. Anche in quegli anfratti le piaceva sdraiarsi sul tappeto di foglie che copriva il suolo e osservare le figure che si formavano tra chiome e cielo.
Nilde era talmente abituata alla solitudine in quel bosco che per lei era scontato che fosse l’unico umano a frequentarlo fino a quando non si imbattè in Goran, un ragazzino di non più di 12-13 anni che, come poi seppe, era fuggito dalla guerra che stava devastando il suo paese a diversi giorni di cammino dal bosco. Il primo incontro la infastidì e considerò Goran un intruso, alla stregua di un ladro che aveva violato la sua casa, poi, cominciando a conoscerlo, si rese conto che il ragazzino aveva reso più piacevole il tempo trascorso nel bosco e insieme a lui cominciò a vivere dellestorie incredibili.
— — —
Nelle migliori librerie

da fedro

Creazione di un network sindacale, di Paolo Luparello

Febbraio 1, 2019 in Prima Pagina, Sindacato da fedro

Cari amiche e amici,è mia intenzione continuare a tenervi informati sulla attività sindacale che svolgo quale responsabile dell’area della dirigenza per la CISL-FP Sicilia, attività che comporta in particolari giorni l’invio anche di più messaggi nel corso della stessa giornata attraverso Whatsapp.Nella considerazione che di recente ho ricevuto qualche critica di troppo , a mio modo di vedere gratuita, intendo limitare l’invio delle mie comunicazioni soltanto a chi le considera utili ed è disposto a un confronto civile e basato su argomentazioni oggettive. Chi vorrà continuare a ricevere le mie comunicazioni di carattere sindacale tramite Whatsapp è invitato a farmelo sapere (inviando il proprio numero mobile a fedro.luparello@gmail.com ), tutti gli altri saranno eliminati dalla lista di distribuzione a carattere sindacale.Faccio presente che chiunque abbia un profilo Facebook potrà comunque prendere visione di quanto comunico consultando la pagina o il gruppo  Facebook “Luparello CislFP”.Grazie a tutti per la pazienza e agli iscritti per la fiduciaCordialmente

da fedro

Tra pioggia e vento, di Fedro

Gennaio 30, 2019 in Prima Pagina, Racconti da fedro

Camminare non lo spaventava, nemmeno se avesse dovuto portarsi in spalla uno zaino del peso di 10-15 kg. Fu così che un giorno decise di uscire da casa con la ferma convinzione che non vi avrebbe fatto più ritorno se non avesse raggiunto la meta di sempre, la cattedrale di Santiago a Compostela.

I preparativi non furono particolarmente complessi per una scelta precisa, quella di non programmare nulla, di non darsi delle scadenze, di seguire le sensazioni del momento.

Quella poteva essere l’avventura di tutta una vita e ne voleva suggere ogni minuto, ogni metro di strada, ogni scorcio di paesaggio che gli si fosse presentato davanti agli occhi.

Lasciò casa sua come se dovesse ritornare di lì a poche ore, ma trascorsero 15 anni 6 mesi e un giorno prima di farvi ritorno.

— — —

Nelle migliori librerie

da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 30.01.2019, mercoledì

Gennaio 30, 2019 in Delibere di Giunta, Prima Pagina da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 30.01.2019, mercoledì

Oggi, 30 gennaio 2019, mercoledì, alle ore 18,00, risultano pubblicate tutte le deliberazioni del 2019 fino alla numero 31 del 22 gennaio 2019, martedì

Vediamo di che tratta la delibera pubblicata.

N. Data Descrizione  Assessorato 
31 22/01/2019 Decisione Corte dei conti a seguito impugnativa della Regione avverso la decisione n.4/2018/SS.RR./PARI sul Rendiconto generale della Regione Siciliana per l’esercizio finanziario 2017, resa dalle Sezioni riunite della Corte dei conti per la Regione Siciliana in sede di controllo
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_031_19.pdf
economia

Ricordiamo che con la pubblicazione della legge regionale 21 del 2014 e in particolare con l’art.68, le delibere delle giunta dovranno essere pubblicate entro 48 ore dalla loro approvazione … (il comma 2 recita espressamente … “2. È fatto obbligo di pubblicare nel sito internet della Regione siciliana per esteso, compresi gli eventuali allegati, entro le successive 48 ore dalla approvazione, termine perentorio, le deliberazioni …)  

da fedro

Se prendessimo coscienza della povertà accanto a noi, del 28.01.2019, lunedì, di Fedro

Gennaio 28, 2019 in Politica, Prima Pagina da fedro

Se i poveri prendessero coscienza della propria povertà e se fossero in grado di comprendere che la loro povertà è il frutto di una società che non si occupa degli ultimi, che non da chance agli ultimi, che considera gli ultimi una questione da rimuovere, allora si che questa società potrebbe cambiare.

da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 26.01.2019, sabato

Gennaio 26, 2019 in Delibere di Giunta, Prima Pagina da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 26.01.2019, sabato

Vediamo di che tratta la delibera pubblicata.

Oggi, 26 gennaio 2019, sabato, alle ore 20,00, risultano pubblicate tutte le deliberazioni del 2019 fino alla numero 30 del 22 gennaio 2019, martedì

N.DataDescrizione Assessorato 
3022/01/2019Approvazione disegno di legge: Nota di variazioni al DDL n. 475 concernente il Bilancio di previsione della Regione Siciliana per l’anno finanziario 2019 e per il triennio 2019/2021
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_030_19.pdf
economia

Ricordiamo che con la pubblicazione della legge regionale 21 del 2014 e in particolare con l’art.68, le delibere delle giunta dovranno essere pubblicate entro 48 ore dalla loro approvazione … (il comma 2 recita espressamente … “2. È fatto obbligo di pubblicare nel sito internet della Regione siciliana per esteso, compresi gli eventuali allegati, entro le successive 48 ore dalla approvazione, termine perentorio, le deliberazioni …)  

da fedro

Il cenacolo letterario, ovverosia se un libro può cambiare la vita, forse salvarla!, di Paolo Luparello, del 21 gennaio 2019, lunedì

Gennaio 21, 2019 in Ci aiutate?, Prima Pagina da fedro

Quattro amici al bar con l’idea di fare qualcosa. Niente a che fare con i massimi sistemi, soltanto la voglia di condividere una propria comune passione. Soltanto il desiderio di trasferire ad altri il piacere della lettura e dell’essere testimoni di tante vite e di tante storie.

Chi non legge non sa così si perde e probabilmente non lo saprà mai.

Leggere è un dono.

Significa ascoltare. Significa osservare in silenzio lo scorrere della vita senza limite di spazio e di tempo. Significa sapersi estraneare dalla quotidianità. Significa saper stare da soli. Significa saper fantasticare, immaginando luoghi e personaggi. Significa immedesimarsi nella trama e godere della capacità dell’autore di far ridere e di far piangere. Significa conoscere e non stancarsi mai di farlo.

Tra il lettore e il libro si instaura un rapporto e può capitare che dopo aver letto un libro nulla sia più come prima. Si può trovare la voglia di cambiare, di lanciarsi in una avventura, di rivedere la propria visione del mondo o soltanto del proprio orticello.

Noi abbiamo deciso che è un peccato tenere soltanto per noi l’emozione provata nel leggere un libro. Vogliamo raccontare le sensazioni che abbiamo provato e se quella lettura ha cambiato qualcosa nella nostra vita.

E’ questo ciò che abbiamo deciso di fare, raccontarci attraverso le nostre letture.

Anche un solo convertito alla lettura sarà per noi un successo. E se anche non riuscissimo a convertire nessuno sarà comunque un bel viaggio.

Al prossimo incontro.

Per saperne di più scrivi ad associazione@perchenosicilia.org

da fedro

La protesta ai tempi dei social, di Paolo Luparello, del 20 gennaio 2019, domenica

Gennaio 20, 2019 in Prima Pagina, Sindacato da fedro

Oltre che pubblicare post sui principali social (Facebook, Twitter e Linkedin) ho una lista di distribuzione di Whatsapp attraverso la quale raggiungo circa 400 colleghi dirigenti.

Naturalmente ho anche modo di incontrare di persona molti colleghi dirigenti e non, ma devo dire che le principali interazioni in materia sindacale avvengono tramite social.

In ordine di tempo l’ultimo post che ho “immesso” nel sistema social di cui sopra è “Non più di 15 minuti, poi in piazza!, di Paolo Luparello, del 19 gennaio 2019, sabato” (raggiungibile al linkhttp://www.perchenosicilia.org/2019/01/20/non-piu-di-15-minuti-poi-in-piazza-di-paolo-luparello-del-19-gennaio-2019-sabato/) con il quale invito a prepararsi a una mobilitazione per sollecitare la definizione del contratto collettivo regionale di lavoro per l’area della dirigenza.

Il post ha sortito alcune immediate risposte.

Qualcuno mi ha fatto presente che non ritiene appropriato per la categoria fare manifestazioni e mi pare di capire che ritiene che il sindacato non abbia utilizzato gli strumenti a sua disposizione per costringere la controparte al tavolo negoziale, non mi ha però scritto quali sarebbero questi strumenti, proverò a chiederglielo.

Qualcuno mi ha scritto che si sente preso per i fondelli e che verosimilmente ci saremmo dovuti incatenare da qualche parte fino a che l’Aran Sicilia non fosse stata costretta a sedersi al tavolo negoziale che si sarebbe dovuto svolgere parallelamente a quello del comparto non dirigenziale. Ho spiegato nel post sopra segnalato i motivi per cui non si è potuto procedere e ho anche scritto che adesso possiamo dire che la pazienza è finita, ma se qualcuno vorrà farmi compagnia sono anche disposto a incatenarmi.

Diversi altri hanno condiviso quanto scrivo nel post di cui sopra e ciò mi lascia ben sperare per il seguito della faccenda che ci riguarda, almeno relativamente alla condivisione del percorso che vogliamo intraprendere.

Alcune considerazioni sulle quali ognuno potrà fare le riflessioni che meglio crede.

Prima considerazione. In una nave il comandante è l’ultimo ad abbandonare la nave in caso di naufragio. Che ci piaccia o no i dirigenti sono i comandanti di questa flotta che si chiama Regione Siciliana. Da comandante di una piccola navicella di questa flotta non mi sentirei a posto se prima pensassi a me e poi a chi mi permette di svolgere la mia funzione.

Seconda considerazione. Continuando con la metafora del comandante, non è facile per chi esercita il comando dover ricorrere a manifestazioni di piazza per far valere un proprio diritto. Chi esercita il comando si aspetta che i propri bisogni siano immediatamente percepiti dalla proprietà (dal “Governo”) con la quale si lavora a diretto contatto e ci aspetterebbe che si creassero le condizioni affinchè non si costringano i propri più diretti collaboratori alla protesta. Purtroppo così non è e anche i dirigenti sono costretti alla protesta, di malavoglia.

Terza considerazione. Quale è la forma di protesta più gradita ai dirigenti?

Quella più gettonata in assoluto è la “minaccia” al sindacato del ritiro della delega. Non sono pochi quelli che credono che sia il sindacato a frapporre ostacoli alla soluzione della questione. Se ci riflettete un attimo vi rendete conto della assurdità della cosa ma così è e in un Paese di dietrologi non è facile toglierlo dalla testa a qualcuno.

Altra forma di protesta è il sit in. Non siamo ancora allo sciopero ma consente di “contarsi” e di far vedere la forza dei numeri della categoria che protesta. Soluzione cui faccio riferimento nel post sopra citato. E’ un modo per far vedere a chi si trova nelle stanze del Governo quale è il livello di insoddisfazione. Di solito ha un buon livello di partecipazione anche perchè non ci si rimette un euro.

Dopo il sit in passiamo allo sciopero. Qui si paga. Qui, cioè, ci si rimettono dei soldi. Se si ricorre allo sciopero chi protesta fa capire che si è passato il segno. Il livello di partecipazione allo sciopero dipende dal grado di insoddisfazione della categoria. Ci sono quelli che a uno sciopero di un giorno non partecipano perchè sostengono che non è efficace e che ritengono che uno sciopero efficace deve durare più giorni, fino allo sblocco della vertenza. A parte la normativa che regolamenta il diritto di sciopero, e che non permette di proclamare uno sciopero a oltranza, domanderei ai colleghi chi è in grado di perdere anche per un solo mese una parte significativa del proprio stipendio?

Mentre riflettevo su queste considerazioni mi è venuta in mente un’altra forma di protesta, silenziosa ma che potrebbe arrivare direttamente a chi ha responsabilità di governo. Potremmo indossare durante il nostro tempo di lavoro un distintivo con su riportato “2008”, l’anno dal quale siamo senza contratto collettivo. Sarebbe un modo per far notare a presidenti, assessori, dirigenti generali, deputati regionali, utenza e umanità varia, che i dirigenti della Regione Siciliana attendono qualcosa e la attendono da troppo tempo.

E tu, a che categoria di “protestante” appartieni?

da fedro

Non più di 15 minuti, poi in piazza!, di Paolo Luparello, del 19 gennaio 2019, sabato

Gennaio 20, 2019 in Prima Pagina, Sindacato da fedro

Non più di 15 minuti, poi in piazza!, di Paolo Luparello

Il contratto collettivo regionale di lavoro per il triennio 2016-2018 del personale del comparto non dirigenziale della Regione Siciliana è in dirittura di arrivo. Probabilmente mancano ancora uno o due incontri e verosimilmente si potrà giungere alla firma. Il contratto non riuscirà a risolvere tutte le questioni poste sul tappeto ma le affronterà nelle cosiddette “code contrattuali” permettendo da un lato di dare una risposta economica ai lavoratori in linea con quanto ottenuto dal resto del pubblico impiego nazionale e dall’altro avere più tempo per affrontare le più spinose, tra le quali quella della riclassificazione.

Oserei dire “ben fatto”!

E per noi cosa c’è?

Per “noi” intendo i dirigenti, che oramai dal 2001 anche in Sicilia, alla Regione Siciliana, abbiamo una separata area di contrattazione e quindi un separato contratto collettivo di lavoro per l’area della dirigenza.

Tanti colleghi mi hanno compulsato, chiedendomi cosa fare per far muovere anche la contrattazione per l’area della dirigenza e io, in linea con le rassicurazioni della segreteria regionale della mia sigla sindacale, la CISL-FP, ho rassicurato che anche il c.c.r.l. Per l’area della dirigenza si farà. I soldi ci sono e non avvisto “criticità” in grado di rendere particolarmente difficoltosa la contrattazione.

Abbiamo atteso. Abbiamo atteso perchè all’ARAN Sicilia sono pochi e non potevano seguire due contrattazioni in parallelo (dirigenza e comparto). Abbiamo atteso perchè le direttive del Presidente della Regione indicano di ispirarsi al contratto statale, contratto che ancora non c’è ma che sembrava lì lì per arrivare. Abbiamo atteso perchè siamo una categoria di lavoratori che non ama fare le barricate.

Quanto tempo siamo disposti ad aspettare l’avvio della contrattazione per l’area della dirigenza dopo la firma del ccrl del comparto non dirigenziale?

Io penso che 15 minuti, il tempo delle strette di mano, siano più che sufficienti per chiedere una immediata convocazione del tavolo negoziale.

Dopo oltre 10 anni senza contratto collettivo credo che sia legittimo dare priorità agli aspetti economici e se ci fossero aspetti giuridici particolarmente complessi sarebbe ragionevole attendersi che possano essere affrontati in sede di “code contrattuali”.

Se le strette di mano dovessero prendere più di 15 minuti e se l’Aran Sicilia dovesse affrontare le code contrattuali del comparto non dirigenziale prima di avviare e definire il ccrl dell’area della dirigenza, credo che dovremo essere pronti a far valere i nostri diritti a partire da una prima manifestazione di insoddisfazione sotto i balconi di Palazzo d’Orleans!

da fedro

Il libro che mi ha cambiato la vita, del 19 gennaio 2019, sabato

Gennaio 19, 2019 in Eventi, Prima Pagina da fedro

Continuano gli incontri di “Il libro che mi ha cambiato la vita”.

Lunedì 21 gennaio, con inizio alle ore 17,30, davanti a una tazza di tè, o qualcosaltro, parleremo di libri e di come questi, uno in particolare, hanno cambiato la vita di chi ce lo viene a raccontare.

Da questi incontri vorremmo fare partire il nostro piccolo contributo a incentivare la lettura … perchè non sono le persone ad aprire i libri ma i libri ad aprire le persone.

Se vuoi partecipare faccelo sapere e ti informeremo sul locale di Palermo nel quale ci incontreremo il prossimo lunedì 21 gennaio!

Un saluto da Paolo Luparello

da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 19.01.2019, sabato

Gennaio 19, 2019 in Delibere di Giunta, Prima Pagina da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 19.01.2019, sabato

Oggi, 19 gennaio 2019, sabato, alle ore 16,00, risultano pubblicate tutte le deliberazioni del 2019 fino alla numero 29 del 17 gennaio 2019, giovedì

Vediamo di che trattano le 8 delibere pubblicate.

N.DataDescrizioneAssessorato
2917/01/2019Agenzia regionale per la protezione dell?ambiente ? ARPA ? Sicilia ? Regolamento di organizzazione e funzionamento ? Apprezzamento al fine dell’acquisizione del parere dell’A.R.S. ai sensi dell’art. 90, comma 8, della legge regionale 3 maggio 2001, n. 6, come sostituito dall?art. 35, comma 1, della legge regionale 31 maggio 2004, n.9
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_029_19.pdf
territorio e ambiente
2817/01/2019Istituti Autonomi per le Case Popolari ? Conferma incarichi Commissari straordinari
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_028_19.pdf
infrastrutture e mobilita’
2717/01/2019Autorizzazione al Presidente della Regione a rinunciare al ricorso innanzi alla Corte costituzionale, iscritto al n. 24 del registro ricorsi 2018, concernente l’impugnazione per questione di legittimità costituzionale dell’art.1, comma 830 primo periodo, della legge 27 dicembre 2017, n. 205 recante ‘Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020’
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_027_19.pdf
presidenza
2617/01/2019Autorizzazione per la costituzione di parte civile della Regione Siciliana, e segnatamente degli Assessorati regionali dei beni culturali e dell’identità Siciliana e dell’energia e dei servizi di pubblica utilità, nel procedimento penale n. 2932/2015 R.G.N.R. e n. 5031/18 R.G. G.I.P., pendente presso il Tribunale di Messina, XXXXXXX, a carico di XXXXXXX ed altri, ed in particolare contro XXXXXXXX
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_026_19%20con%20omissis.pdf
presidenza
2513/01/2019Approvazione disegno di legge: Disposizioni in materia di personale, di enti locali e altre disposizioni – Collegato al DDL n. 476 Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2019. Legge di stabilità regionale
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_025_19.pdf
economia
2413/01/2019Approvazione disegno di legge: Norme in materia di canoni sui permessi di ricerca concessioni minerarie e autorizzazioni – Collegato al DDL n. 476 Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2019. Legge di stabilità regionale
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_024_19.pdf
economia
2313/01/2019Approvazione disegno di legge: ‘Disposizioni in materia di riscossione’ – Collegato al DDL n. 476 Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2019. Legge di stabilità regionale
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_023_19.pdf
economia
2213/01/2019Approvazione disegno di legge: ‘Collegato al DDL n. 476 Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2019. Legge di stabilità regionale’
http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_%20022_19.pdf
economia

Ricordiamo che con la pubblicazione della legge regionale 21 del 2014 e in particolare con l’art.68, le delibere delle giunta dovranno essere pubblicate entro 48 ore dalla loro approvazione … (il comma 2 recita espressamente … “2. È fatto obbligo di pubblicare nel sito internet della Regione siciliana per esteso, compresi gli eventuali allegati, entro le successive 48 ore dalla approvazione, termine perentorio, le deliberazioni …)  

da fedro

Brevi riflessioni su alcune deliberazioni del Governo regionale, di Paolo Luparello, del 13.01.2019, domenica

Gennaio 13, 2019 in Delibere di Giunta, Prima Pagina da fedro

4, 11 e 13. No, non sono una indicazione per chi ama il gioco del lotto, sono tre delibere del 2019 approvate lo scorso 3 gennaio dalla Giunta di Governo della Regione Siciliana che meritano qualche riflessione.

Con la deliberazione n.4 il Governo ha deciso di eliminare la riduzione del budget per la contrattualizzazione dei dirigenti in servizio presso gli uffici di gabinetto, misura che era stata adottata dal precedente governo in clima di spending review. Si tratta di un incremento del 10 % che di questi tempi non sono pochi, rispetto a un ben più spartano 3,48% destinato al rinnovo contrattuale della dirigenza (2016-2018) del quale si sono però perse le tracce!   Per leggere la deliberazione clicca QUI 

Con la deliberazione n.13 il Governo ha approvato la modifica del funzionigramma dell’Ufficio speciale dell’Autorità di certificazione, modifica che invece per gli uffici della Regione Siciliana prevede un iter ben più complesso e al quale da diversi mesi lavorano i dipartimenti della Segreteria generale e della Funzione pubblica. Visto che si parla tanto di semplificazione perchè il Governo non propone una modifica della legge rinunciando al regolamento per la modifica del proprio funzionigramma che di fatto ingessa l’Amministrazione e la costringe alla creazione di uffici speciali per fronteggiare a importanti esigenze tecnico amministrative, oltre che determinare incertezze sulla continuità degli incarichi dirigenziali finchè non viene definito l’iter?   Per legge la deliberazione clicca QUI

E veniamo alla deliberazione n.11, una deliberazione che sarà destinata ad avere refluenze sulla vita lavorativa di tutti i lavoratori della Regione Siciliana, sia dirigenti sia non dirigenti. Con questa deliberazione, nonostante alcuni incontri interlocutori con le organizzazioni sindacali alle quali non è stata comunicata la conclusione del “confronto”, viene approvato il nuovo “Sistema di misurazione e valutazione della performance”, sistema al quale dovranno essere collegati sia l’erogazione del salario accessorio legato alla performance (indennità di risultato per i dirigenti e piano di lavoro per i non dirigenti) sia le eventuali progressioni di carriera o l’attribuzione degli incarichi. A dire il vero in confronto con le organizzazioni sindacali un effetto lo ha sortito ed è stata accolta la pressante “semplificazione” del sistema che era stato inizialmente proposto. Il documento si presenta adesso più leggibile e comprensibile ai più (almeno dopo 3 o 4 letture a seconda del QI del lettore, il mio è evidentemente basso), anche se un paio di confronti in più con le organizzazioni sindacali avrebbero permesso di superare alcune incongruenze ancora presenti nel documento approvato. Personalmente continuo a non condividere la logica del “muoia Sansone con tutti i filistei” e cioè l’aver legato la valutazione del personale del comparto, anche “dell’ultimo operatore”, e di ciascun dirigente, anche il destinatario del più banale degli incarichi di studio, alla valutazione della Regione Siciliana nel suo complesso, praticamente una squadra di decine di dipartimenti e migliaia di dipendenti uniti in una unica valutazione. Incomprensibile poi l’attesa per conoscere i risultati della valutazione, 30 giugno dell’anno successivo a quello di valutazione, dovendo attendere che tutti i dipartimenti rendicontino la loro attività. Invito tutti a leggere il documento! Poi magari ne parliamo.   Per leggere la deliberazione clicca QUI

da fedro

Leggi! No? Allora corri! Forse è meglio che leggi!, di Paolo Luparello

Gennaio 11, 2019 in Eventi, Prima Pagina da fedro

Mens sana in corpore sana. Anch’io come tanti ho utilizzato questa citazione ma soltanto recentemente mi sono reso conto che la pratico pure. Sono un maratoneta ancora attivo e continuo a leggere con piacere. Mi piacerebbe che queste mie passioni fossero condivise con quante più persone possibile ma mi rendo conto che per entrambe queste due attività è un problema di volontà, e nel caso della corsa anche di salute. Ma se non riuscirò a convincere nessuno dei miei amici e conoscenti a diventare un maratoneta, spero almeno di conquistarlo alla lettura, attività che può espletarsi anche in modalità sedentaria e con a disposizione ogni genere di confort.

Insieme ad alcuni amici stiamo immaginando di conquistare alla lettura qualche “non leggente” con una iniziativa il cui nome provvisorio è “Un libro può cambiare la vita!”. Noi proveremo a farvi innamorare dei libri che ci hanno cambiato la vita e cerchiamo amici disposti a unirsi a noi con la loro esperienza di lettura e con i libri che hanno cambiato loro la vita.

C’è un libro che ami e che puoi ritenere ti abbia cambiato la vita?

Fatti sentire. Scrivici presso associazione@perchenosicilia.org e ti faremo parte del progetto.

Per una comunità colta e pensante, leggi!

Prossimo incontro lunedì 14 gennaio, a Palermo, a partire dalle 17,30!

Ma se proprio non ti va di leggere, guarda il video che ho prodotto … e magari ti convincerai che forse è meglio leggere!

da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 11.01.2019, venerdì

Gennaio 11, 2019 in Delibere di Giunta, Prima Pagina da fedro

La Giunta di Governo delibera, del 11.01.2019, venerdì

Oggi, 11 gennaio 2019, venerdì, alle ore 18,00, risultano pubblicate tutte le deliberazioni del 2019 fino alla numero 21 del 3 gennaio 2019, giovedì

Vediamo di che trattano le 21 delibere pubblicate.

N. Data Descrizione Assessorato
21 03/01/2019 Mandato all’Assessorato regionale dell’agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea, nel procedimento penale n. 664/17 R.G.N.R. e n. 7843/18 R.G. G.I.P., a carico di XXXXXXXXXXX, pendente presso il Tribunale di Palermo   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_021_19%20con%20omissis.pdf presidenza
20 03/01/2019 Autorizzazione esercizio provvisorio del bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2019. Decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, Allegato 4/1 – 9.2. Approvazione del Documento tecnico di accompagnamento e del Bilancio finanziario gestionale   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_020_19.zip economia
19 03/01/2019 Servizi ed utenze degli Istituti scolastici di secondo grado del territorio regionale – Iniziative   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_019_19.pdf istruzione e formazione professionale
18 03/01/2019 Programmazione 2014/2020. Strategia di Sviluppo Urbano Sostenibile delle città di Gela e Vittoria. Delega di funzione   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_018_19.pdf presidenza
17 03/01/2019 Programmazione 2014/2020. Strategia di Sviluppo Urbano Sostenibile della città di Siracusa. Delega di funzione   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_017_19.pdf presidenza
16 03/01/2019 Patto per il Sud ? Regione Sicilia. Area tematica Ambiente obiettivo strategico Dissesto idrogeologico. Aggiornamento del sistema SI.GE.CO.   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_016_19.pdf territorio e ambiente
15 03/01/2019 Approvazione del bilancio di esercizio della Gestione Sanitaria Accentrata e del bilancio consolidato del Servizio Sanitario Regionale anno 2016, ai sensi dell?articolo 32, comma 7, del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_15_19.zip salute
14 03/01/2019 Approvazione disegno di legge: Riordino dell?Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sicilia ? Integrazione testo   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_014_19.pdf salute
13 03/01/2019 Ufficio speciale Autorità di Certificazione dei programmi cofinanziati dalla Commissione Europea. Aggiornamento funzionigramma – Approvazione   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_013_19.pdf presidenza
12 03/01/2019 Deliberazione della Giunta regionale n. 443 del 6 novembre 2018: ‘Procedure per l’attivazione di servizi aggiuntivi ex articolo 61 della legge regionale 17 marzo 2016, n. 3 e ss.mm.ii., mediante l’utilizzo dell’albo di cui all’articolo 64 della legge regionale 12 agosto 2014, n. 21 e ss.mm.ii.’ – Integrazione   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_012_19.pdf istruzione e formazione professionale
11 03/01/2019 Sistema di misurazione e valutazione della performance organizzativa e individuale ? Apprezzamento   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_011_19.pdf autonomie locali e funzione pubblica
10 03/01/2019 Approvazione disegno di legge: Abrogazione legge regionale 8 febbraio 2018, n. 1   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_010_19.pdf autonomie locali e funzione pubblica
9 03/01/2019 Sentenza Tribunale di Enna ? Sezione Lavoro – n. 261/2018 – Esecuzione – Emissione parere ai sensi dell’art. 4, ultimo comma, del D.P.R. 28 febbraio 1979, n. 70   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_009_19%20con%20omissis.pdf beni culturali e dell’identita’ siciliana
8 03/01/2019 Programma di Sviluppo Rurale (PSR) Sicilia 2014/2020 ? Versione 5.0 con modifiche approvate dal Comitato di Sorveglianza con le procedure scritte n.1 del 7 marzo 2018 e n. 2 del 2 luglio 2018, nonché, con la modifica di cui alla Decisione C(2018) 8342 final del 3 dicembre 2018 della Commissione Europea. Approvazione   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_008_19.zip agricoltura, sviluppo rurale e pesca mediterranea
7 03/01/2019 Legge regionale 23 marzo 2010, n. 7, articolo 9, comma 1 ? Individuazione e delimitazione dell’area sciabile di Piano Battaglia nel territorio di Petralia Sottana (PA)   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_007_19.pdf turismo, sport e spettacolo
6 03/01/2019 Autostrada Ragusa ? Catania. Interventi finanziari regionali – Apprezzamento   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_006_19.pdf economia
5 03/01/2019 Articolo 13, comma 1, della legge regionale 8 maggio 2018, n. 8 ? Centro direzionale del Consorzio ASI di Palermo in liquidazione – Utilizzo   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_005_19.pdf economia
4 03/01/2019 Retribuzione accessoria dei dirigenti degli Uffici di diretta collaborazione – Determinazioni   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_004_19.pdf autonomie locali e funzione pubblica
3 03/01/2019 Rimodulazione interventi del Patto per lo Sviluppo della Regione Siciliana (Patto per il Sud) finanziati con le risorse del FSC 2014/2020 – Area Tematica 2 ‘Ambiente’ e Area Tematica 6 ‘Rafforzamento della capacità istituzionale’ – Aggiornamento elenco interventi deliberazione della Giunta regionale n. 301 del 10 settembre 2016   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_003_19.zip economia
2 03/01/2019 FSC 2014/2020 Patto per il Sud della Regione Siciliana. Aggiornamento elenco degli interventi di cui all’Allegato B del Patto ? Area Tematica 2 ‘Ambiente’ – Deliberazione della Giunta regionale n. 29 del 21 gennaio 2017   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_002_19.pdf presidenza
1 03/01/2019 Situazione emergenziale esistente sulla viabilità nel territorio della Regione Siciliana – Richiesta di dichiarazione dello stato di emergenza ai sensi dell’art. 24 del decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. 1 ‘Codice della protezione civile’   http://www.regione.sicilia.it/deliberegiunta/file/giunta/allegati/Delibera_001_19.pdf presidenza

Ricordiamo che con la pubblicazione della legge regionale 21 del 2014 e in particolare con l’art.68, le delibere delle giunta dovranno essere pubblicate entro 48 ore dalla loro approvazione … (il comma 2 recita espressamente … “2. È fatto obbligo di pubblicare nel sito internet della Regione siciliana per esteso, compresi gli eventuali allegati, entro le successive 48 ore dalla approvazione, termine perentorio, le deliberazioni …) 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi