da fedro

Vergognatevi, Rassegna stampa di Perchè no…, del 18.06.2014, mercoledì

giugno 18, 2014 in Vergognatevi da fedro

Gli sprechi e la corruzione non conosco latitudini e organizzazioni, pubbliche e private, … che Paese saremmo se questo fiume di denaro non venisse sottratto ai cittadini e alle imprese sane?

L’Aquila: la «cricca» delle chiese e le tangenti per la ricostruzione

Trasporti Isole, una dirigente avrebbe fatto assumere il figlio alla società vincitrice dell’appalto

Finte assunzioni per permessi di soggiorno. Indagato funzionario della Farnesinamammaliturchi

Scandalo Expo, la Procura di Catania interroga Maltauro su appalti siciliani

Cantone: ‘se tangenti, perdi appalto’

Ipab di Giarre, scandalo affittopoli Si indaga sui movimenti di denaro

In corso perquisizioni e arresti all’Agenzia delle Entrate di Reggio Emilia

Inchiesta Mose: vacanza pagata al capo del Cipe, la “cassa” dei grandi appalti

Falsi invalidi, maxi truffa milionaria a Ragusa: 121 indagati

Il caso Maltauro esplode in Sicilia Indaga anche la procura di Cataniashame

Il grande spreco di Stato tra stampanti e scrivanie: 30 miliardi da risparmiare

Tuzzolino va ai domiciliari e rilancia “Il Policlinico era della politica”

Immane spreco: in Sicilia 150 opere incompiute su 395 | SiciliaInformazioni

da fedro

Politici! Che farete il 23 maggio?, del 19.05.2014, lunedì

maggio 19, 2014 in Vergognatevi da fedro

 

Finitela! Come farete a onorare Falcone, sua moglie e la sua scorta se non siete capaci di dialogare civilmente! Siete l’espressione della peggiore politica!

 

strage capaci

 

da fedro

Vergognatevi, del 13.04.2014, domenica

aprile 13, 2014 in Vergognatevi da fedro

Tutti noi non perdiamo occasione per criticare la malapolitica e i suoi tanti rappresentanti ma la cronaca ci ricorda quasi quotidianamente che una parte dei cittadini non sono certo meglio …

Sui 300 netturbini di Napoli 117 sono «inabili» a spazzare

Gli stipendi d’oro dei manager Sea: il numero due guadagna in un anno 829mila euro

Friuli, le spese pazze di Ballaman (ex Lega): vini, prosciutti, frutta e fiori per 16mila euro

«Cieco», ma consegna le pizze in vespa, denunciato

Pirati strada, 653 morti in sei anni

Guglielmo Minervini: l’assessore malato di cancro attaccato dai grillini a Lecce … qui a vergognarsi dovrebbero essere quelli che si spacciano per la “Buona politica”!

Lombardo lo cacciò senza pagargli lo stipendio La Regione dovrà restituire a Vernuccio 80 mila euro … a questo porta l’arroganza della politica … si crede al di sopra di tutto, anche della legge!

Dipendente pubblica in malattia di giorno. In balera da candidata sindaco Pd la sera

“Nella scuola paritaria buste paga false in cambio di punteggio e zero contributi”

Si finge paraplegico ma fa il giardiniere e balla al matrimonio del figlio: denunciato

Cesa, il lato oscuro dell’Udc. Soldi e società: tutti i casini del segretario

Papa Francesco: ‘I politici corrotti non sono buoni cristiani’

«Cieca assoluta» da 25 anni Andava al mercato e dal parrucchiere

“Sarò breve e circonciso”, la tremenda gaffe del grillino eletto in Parlamento – VIDEO

shame

da fedro

Vergognatevi, del 23.03.2014, domenica

marzo 23, 2014 in Vergognatevi da fedro

La spending review è sicuramente importante ma fintantochè lo spreco di risorse e la corruzione la faranno da padrone ogni taglio di spesa significherà colpire le categorie più bisognose … non certo i furbi! …

Casta, le inchieste servono: in Regione Piemonte spese gruppi calano dell’80%

Pensionata possedeva 90 immobili Scoperta un’evasione per 1,5 milioni

Dieci milioni al giornale che «fabbricava» pubblicisti

Taranto, le tangenti all’ufficiale arrestato e il rischio scandalo nella Marina militare

Truffa all’università, prof indagati

Falsi ciechi in provincia di Messina Denunciati 13 medici

… e poi c’è la P.A. che si deve vergognare per cose veramente ridicole …

Piante e fiori senza autorizzazione il Comune chiude bar e ristoranti

shame

 

da fedro

Italia … luci e ombre!, del 06.03.2014, giovedì

marzo 6, 2014 in Cronache della crisi, Noi siamo diversi, Rassegna stampa, Vergognatevi da fedro

 

Fortunatamente in Italia non si parla solo di crisi … Il personale lo gestisce un software: è Gruweb, creato da Umbra ControlProposta di uno scienziato italiano: la luce infrarossa della Terra per produrre energia rinnovabile … così come ci sono persone che sono disposte a cambiare direzione … Ministra Pinotti, svolta sugli F35, quei soldi diamoli al sociale

Ma ci sono ancora tanti che ricorrono ai vecchi sistemi per avere delle risposte che dovrebbero essere date a ogni cittadino e non soltanto a chi costruisce macchine per il consenso … Palermo, sit-in di disoccupati in una manifestazione del Cantiere popolare“Crocetta ci ha abbandonati” Corteo dei disoccupati a Palermo

Così come ci sono quelli che dovrebbero soltanto vergognarsi e andarsi a nascondere … Pirellone, gli ex consiglieri regionali dicono no al taglio dei vitalizi d’oroEquitalia: arrestato ex dirigente del LazioLombardia: da provole a biscotti, verso processo per 3,4 mlnPescara, soldi per far superare esami: arrestato professore universitario

E poi ci sono quelli che hanno portato sul lastrico l’Italia per la loro incapacità di governare come un buon padre di famiglia e non come un brigante di strada … Corte dei Conti: “Possibile buco da 13,5 miliardi in riscossione degli enti locali”

 

da fedro

C’è ancora qualche onesto?, del 26.01.2014, domenica

gennaio 26, 2014 in Vergognatevi da fedro

 

Oggi l’attenzione degli italiani è posta sui costi della politica. Ma noi cittadini, con i nostri comportamenti, non dimostriamo di essere fatti della stessa pasta?

Quando possiamo evadiamo o eludiamo. Quando possiamo tentiamo di accedere a benefici che sarebbe riservati soltanto a categorie veramente bisognose. Quando possiamo rivendichiamo incarichi e posizioni che moltiplicano i nostri redditi (troppi “uno e trino”). Quando possiamo la concussione e la corruzione la pratichiamo.

A leggere certi articoli ti cadono le braccia … poi però continuiamo a sperare … perchè qualche onesto c’è ancora!

  1. Stipendi, griffe e case fantasma il “nero” vale 20 miliardi l’anno

  2. Antonio Mastrapasqua: l’indagine sul boiardo dalle 25 poltrone

  3. Prof universitari e dirigenti pubblici La truffa del doppio lavoro in nero

  4. Gianni Chiodi: le spese extralusso con i soldi pubblici

  5. Gdf, scoperti oltre 3.400 finti poveri

  6. L’operazione “Guido Tersilli” Chiusa l’inchiesta, 120 indagati

  7. Sicilia, il parlamento più costoso d’Europa: solo in caffetteria se ne vanno 800mila euro

 

 

da fedro

Il post della vergogna per politici e burocrati regionali!, del 24.01.2014, venerdì

gennaio 25, 2014 in Prima Pagina, Vergognatevi da fedro

Quella che segue è la newsletter dell’ARS del 24 gennaio 2014 ma che per noi rappresenta il post della vergogna per chi ha contribuito a ottenere questo poco invidiabile record per numero di norme impugnate che per la varietà dei rilievi hanno dimostrato tutta l’improvvisazione e l’impreparazione di una classe di politici e di burocrati … una pagina nerissima per la politica regionale e per i funzionari della Regione Siciliana e non solo!

“Ars, lavori d’Aula rinviati a giovedì 6 febbraio 2014 (h.11)

L’Assemblea regionale siciliana nella seduta di venerdì 24 gennaio 2014, presieduta dal vice presidente Antonio Venturino, dopo le comunicazioni, a seguito della nota del Commissario dello Stato per la Regione siciliana che ha impugnato la deliberazione legislativa recante “Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2014. Legge di stabilità regionale” (ddl. n. 670/A), approvata dall’Assemblea il 15 gennaio 2014, ha approvato l’ordine del giorno n. 240 a firma degli onorevoli Dina, Sammartino, Di Giacinto, Lentini, Lupo, Currenti e Firetto che autorizza il Presidente della Regione a promulgare la sopradetta delibera con l’omissione delle parti impugnate.
Gi articoli impugnati sono i seguenti: articolo 3: commi 3, 8 e 9  per violazione degli articoli 81 e 97 della Costituzione; articolo 5: commi 2, 3, 5 e 6 per violazione degli articoli 81, 97, 117, secondo comma, lettere e) e g) della Costituzione; articolo 6: commi 8 e 9 per violazione dell’articolo 81 della Costituzione; articolo 8: comma 2 per violazione dell’articolo 120 della Costituzione; articolo 9: comma 3 per violazione dell’articolo 117, comma 2, lettera l) della Costituzione; articolo 10: per violazione dell’articolo 97 della Costituzione; articolo 11: comma 8 per violazione degli articoli 97 e 117, secondo comma, lettera e) della Costituzione; articolo12: commi 5 e 6 limitatamente al terzo periodo per violazione degli articoli 81 e 117, secondo comma, lettera l), della Costituzione; articolo 13: commi 5, 6 limitatamente al capoverso, 7 e 8 per violazione degli articoli 3, 81 e 97 della Costituzione; articolo 14: per violazione dell’articolo 81 della Costituzione; articolo 17: comma 1, limitatamente alla maggiore spesa, rispetto a quella prevista per il 2014 dall’Allegato 1 della legge regionale n. 9/2013, commi 2, 3, 4, 5, 6, 8, 9 e 10 per violazione dell’articolo 81 della Costituzione; articolo 19: per violazione dell’articolo 17m lettera c) dello Statuto speciale e degli articoli 117, comma 3, e 120 della Costituzione; articolo 22: comma 2 limitatamente al secondo periodo e comma 4 per violazione degli articoli 81, 97 e 117, comma 2, lettera l), della Costituzione; articolo 23: comma 2 limitatamente ai periodi compresi tra le parole “in deroga al divieto di nuove assunzioni” e “con apposite deliberazioni della giunta regionale” e comma 3, limitatamente al secondo periodo da “tali disposizioni si applicano” a “alla legge regionale 15 maggio 2000, n. 10 e successive modifiche ed integrazioni all’ARPA” per violazione degli articoli 3 e 97 della costituzione; articolo 24: per violazione dell’articolo 81 della costituzione; articoli 25, 26, 27, 28: per violazione degli articoli 81 e 97 della Costituzione; articolo 29: per violazione dell’articolo 81 della Costituzione; articolo 30: comma 13 per violazione degli articoli 3 e 97 della Costituzione; articolo 32: commi 1, 2,  3, 6 e 7 per violazione degli articoli 3, 81 e 97 della Costituzione; articolo 33: per violazione degli articoli 3, 81, 97 e 117, secondo comma, lettera l) e terzo comma della Costituzione; articolo 34: comma  2 limitatamente all’inciso “la data di scadenza del 31 dicembre 2013 prevista dall’articolo 43, comma 1, della legge regionale n. 9/2013, è prorogata al 31 dicembre 2016 e” e comma 6, primo periodo,  per violazione dell’articolo 81 della Costituzione; articolo 36: per violazione degli articoli 81 e 97 della Costituzione; articolo 37: per violazione degli articoli 3 e 81 della Costituzione; articoli 38, 39, 40, 41, 42, 43 e 46: per violazione degli articoli 81 e 97 della Costituzione; articolo 47: commi 5, 6, 7, 8, 9, 10, 13, 14, 15, 16 e 19 per violazione degli articoli 81 e 97 della Costituzione e dell’articolo 11 del decreto legge 158/2012 convertito dalla legge n. 189/2012,  in relazione ai limiti posti dall’articolo 17, lettera c), dello Statuto speciale.
Nel dibattito sono intervenuti gli onorevoli: Cordaro, Panepinto, Giuseppe Milazzo, il presidente della Regione Crocetta, Falcone, Formica, Giovanni Greco,  Malafarina, Sammartino, Siragusa e l’assessore per l’economia Bianchi.
I lavori d’Aula sono stati rinviati a giovedì 6 febbraio 2014 alle ore 11. “

 

da fedro

Ma come non si vergognano!, del 19.01.2014, domenica

gennaio 19, 2014 in Vergognatevi da fedro

Io sono affezionato a quell’idea di politica di cui parlava Socrate. Non sembrano pensarla allo stesso modo i tanti politici e aspiranti tali che per politica intendono principalmente l’accesso alle risorse pubbliche … quante più risorse pubbliche possibili.

In tempi di spending review e di tagli per tutte le categorie, i politici siciliani non trovano di meglio da fare che …

La risposta della Sicilia ai tagli: 1.160 euro in più ai capigruppo| chi sono

Regione, aumentano le auto blu In arrivo 12 macchine

… ma questo succedeva prima che scoppiasse lo scandalo della gestione dei fondi dei gruppi parlamentari dell’ARS …

“Rimborsi per un caffè? Cosa da miserabile”

TERREMOTO GIUDIZIARIO ALL’ARS 97 indagati fra capigruppo e deputati

chissà che se quelle decisioni le avessero dovuto prendere oggi non ci saremmo risparmiati qusti soldi!

A proposito di questa tristissima vicenda riflettevo fino a qualche giorno fa. Mi stupivo come mentre in tutta Italia scoppiassero scandali che hanno travolto consigli regionali di ogni colore e latitudine in Sicilia nulla accadeva. Possibile mai che proprio i nostri deputati che non hanno mai brillato per qualità della produzione legislativa … il loro lavoro … fossero stati così virtuosi e rispettosi della legge? A quanto pare anche loro hanno compiuto le loro marachelle … chiamiamole così … ma è bene aspettare il verdetto dei giudici quando questo verrà e se verrà … potrebbero anche non essere rinviati a giudizio perchè si potrebbe scoprire che i fatti contestati non sussistono o chissà cos’altro.

Resta però il fatto che è triste assistere a questi spettacoli. Persone che si candidano per fare l’interesse del popolo che raggiunte certe posizioni si comportano come un bambino in una pasticceria con ogni leccornia a disposizione … ma loro non sono bambini e le casse della Regione non è la loro pasticceria personale … c….!

Ma la cosa che secondo me sfugge ai più è il comportamento di questi politici nell’esercizio dei loro uffici di governo e di amministratori. Quello che mi preoccupa non sono i loro già sostanziosi emolumenti (che ci possono pure stare) ma la loro cupidigia, la bramosia di avere sempre di più e di ottenere quanto più possibile dall’esercizio del loro mandato. Non posso dimenticare la scena di un politico locale che aggirandosi per gli stand di una manifestazione rivendicava per se gadget e quant’altro in virtù del proprio ruolo … una figura da pezzente … ma quanti di questi pezzenti non si accontentano di semplici gadget?

Immaginate cosa possono fare alla guida di società, direttamente o attraverso i loro prescelti …

La giungla delle società in mano pubblica Oltre 7mila spa, perdono 2,2 miliardi  …

… e 2,2 miliardi sono le perdite! Ma quanto denaro gestiscono queste società? Non ce attività della Pubblica Amministrazione nella quale la politica non pretenda di dire la sua … e forse non solo dire!

In Sicilia si prova a invertire la tendenza …

Seus, taglio agli stipendi per oltre venti dipendenti  …

… ma per tutte le altre società a quando una operazione “moralità”?

Il recente caso del ministro dell’agricoltura del governo Letta accende un “lumino” su un fenomeno gigantesco …

…   De Girolamo, dirigente Asl Benevento: “Volevano comprarmi con 30mila euro”

 … funzionari pubblici trattati come “escort” … ma quanti di loro, quanti di noi,  non hanno cercato l’ala protettiva del politico per raggiungere i loro traguardi? Troppi e adesso il fenomeno è talmente diffuso che anche per continuare a fare il proprio lavoro si deve chiedere protezione a qualcuno!

Ma la tracotanza della politica non è soltanto una questione di soldi e di potere …

Diffamò in tv ex sindaco di Ferrara, ora Lara Comi ottiene immunità da Ue

… e questi sarebbero i volti nuovi della politica … le nuove leve … i portatori del nuovo?

Ma prima di guardare ai politici, o magari contestualmente, pensiamo anche ai nostri comportamenti …

come si può definire il comportamento dei dipendenti dell’ARS nel momento in cui l’Aula ha approvato un provvedimento che avrebbe messo a rischio i loro non certo modesti stipendi? …

E l’Ars diventa off limits per i funzionari della Regione  …

inutile sottolineare che l’azione che definirei … lascio a voi intuire il termine … ha avuto successo e i dipendenti dell’ARS di ogni ordine e grado non subiranno alcun taglio o ritardo negli emolumenti. Proprio bravi!

Che dire poi dei tanti comportamenti delittuosi messi in campo da funzionari infedeli …

Truffa all’Inps, pagate false invalidita’

e il fatto che questo possa succedere negli Stati Uniti …

Falsi invalidi dell’11/9, arrestati 100 tra agenti e pompieri  …

non può certo essere considerata una attenuante!

L’amico e collega Pippo Russo dice … Pippo Russo: “Troppi soldi nei luoghi della politica”  … non solo soldi ma anche troppo potere aggiungo io.

Ristabiliamo i ruoli e separiamo ciò che è politica da ciò che è gestione e soprattutto poniamo in ogni centro di spesa in cui si amministrano, poche o tante, risorse pubbliche dei controllori che rendano conto pubblicamente di come vengono spesi i nostri soldi.

Se ogni cittadino potrà avere contezza di come vengono speso i soldi forse verranno utilizzati per ciò che servono e non andranno a finire nelle tasche di chi non dovrebbe riceverli.

da fedro

Noi chiediamo e la Regione non risponde … niente di nuovo sotto il sole!, del 07.01.2014, martedì

gennaio 7, 2014 in Vergognatevi da fedro

In questo post … Consorzi di bonifica … come avete fatto a farli dirigenti?, del 10.12.2013, martedì (http://www.perchenosicilia.org/?p=4322) … davamo conto del fatto che ci era giunta notizia che nonostante il periodo di crisi e la ricerca “spasmodica” di sempre nuovi tagli di bilancio per far fronte alle tante emergenze sociali, esistevano ancora delle isole felici (i consorzi di bonifica della Regione Siciliana) nelle quali il personale avanza di grado e vengo indetti concorsi interni per l’accesso alla dirigenza.

Di ciò chiedevamo notizia agli assessori della funzione pubblica e delle risorse agricole e alimentari e ai dirigenti generali della funzione pubblica e degli interventi infrastrutturali per l’agricoltura, individuando in tali soggetti quelli ai quali una tale notizia avrebbe dovuto determinare una qualche preoccupazione.

A oggi, a distanza di un mese dall’invio della richiesta ufficiale da parte della nostra Associazione, ne sappiamo quanto un mese fa, a parte una risposta da parte del dipartimento della funzione pubblica che dichiara che la faccenda non rientra tra le proprie competenze e che trasmette la nostra nota all’assessorato delle risorse agricole e alimentari (che già ne era destinatario).

Che dire!

Questa non è la prima e non sarà l’ultima volta che scriviamo agli uffici della Regione Siciliana per chiedere notizie, dati e informazioni. Noi non abbiamo fretta e aspetteremo le risposte che riteniamo ci siano dovute … nel frattempo non potremo fare altro che creare la nostra “Lista di attesa” sul blog dell’Associazione nella quale pubblicheremo le nostre richieste e i nomi dei soggetti che ci avrebbero dovuto rispondere … chissà che prima o poi qualcuno si decida a rispondere! Forse sono tutti troppo impegnati a rendere “trasparente” l’Amministrazione dando attuazione al dettato del d.lgs.33 del 2013 … troppo “trasparente” … finiremo per non vederli più!

L’Amministrazione è comunque in buona compagnia … neanche alcune testate giornalistiche online alle quali abbiamo inviato la nostra nota la hanno degnata della minima attenzione … qualche dirigente “illegittimo” in più non da fastidio a nessuno!

 

da fedro

E non si vergognano!, del 24.11.2013, domenica

novembre 24, 2013 in Vergognatevi da fedro

 

Quale è il comune denominatore delle notizie che seguono?

  1. Affitti in nero, 47 appartamenti sequestrati a un 80enne | Foto| Video

  2. Cota nella bufera: la lista di tutte le spese anomale

  3. Ligresti, le ridicole scuse dei salva-Cancellieri

  4. Roma, per l’Atac una voragine di quasi 1,6 miliardi

  5. Dimenticati in corsia, paga la Regione … ma dicono vero?

  6. Mazzette, arrestato giudice tributario 6.000 euro per sistemare una pratica

  7. Tutte le opere incompiute d’Italia Guarda la lista

  8. «Spartivo i soldi del Comune con la ragioniera»

  9. Sanità uguale mangiatoia di Stato Un libro sul più grande business del Paese … e nessuno ci mette mano?

  10. Patenti facili, chiesti 12 anni per funzionario della Motorizzazione … solo?

  11. I funzionari che prendono il bonus da 30mila euro se mandano email

  12. Sicilia, persi i 24 milioni di euro di fondi per la fiction ‘Agrodolce’: li riprende lo Stato

  13. L’algoritmo sbagliato che gonfiava le multe delle quote latte

… il fatto che si guarda soltanto al proprio tornaconto personale e se poi la collettività va allo sfascio … l’esempio della Grecia sembra lontano e invece è proprio dietro l’angolo!

da fedro

ARSEA, storie di ordinario scaricabarile e di “belle addormentate”, del 23.11.2013, sabato

novembre 23, 2013 in Vergognatevi da fedro

 

Bufera sull’agenzia mangiasoldi, l’ira di Crocetta: “Chiudiamola subito” … come mai gli “occhiuti” collaboratori del presidente non si erano accorti di questa situazione? Forse perchè non c’era di mezzo qualche denuncia alla Procura delle Repubblica? Ma siamo proprio sicuri che non ci sia qualche altro “carrozzone” che forse costa più dell’ARSEA che non è mai partita? Vogliamo parlare dell’ARAN Sicilia? Quanto costa questa agenzia per svolgere un lavoro che il dipartimento della funzione pubblica potrebbe fare senza alcuna difficoltà? Ma quante ARSEA e ARAN Sicilia ci sono ancora in giro?

Mezzo milione in fumo per l’agenzia fantasma … è il solito scaricabarile … il vero tema è che a qualcuno l’ARSEA potrebbe interessare … vuoi mettere la possibilità di poter incidere sui trasferimenti dei contributi comunitari verso circa 300 mila imprenditori agricoli? Sull’AGEA se ne raccontano di tutti i colori (in ultimo l’algoritmo sbagliato per il calcolo delle quote latte che ci ha trasformato in eccedentari con tanto di multe) ma cosa ci fa pensare che la gestione regionale sarebbe migliore? Quale è la ragione per cui l’Agea dovrebbe avere sportelli in Sicilia atteso che l’interfaccia degli agricoltori sono gli “uffici agricoli” della Regione Siciliana e delle organizzazioni di categoria che utilizzano i sistemi informativi dell’AGEA? Inutile credere alle storie che i diversi soggetti raccontano … perchè i giornalisti non fanno una inchiesta seria e si rivolgono agli operatori del settore … per esempio agli ordini professionali degli agronomi che assistono gli agricoltori … tanto per sentire la campana di una fonte terza?

‘Siluro’ di Lupo al Governo: “Crocetta e Cartabellotta vengano in Aula a spiegare gli sperperi di Arsea” … quello che scrive Lupo sembra avere un senso ma sarebbe interessante capire quali sono le fonti dalle quali trae le sue affermazioni … il dipartimento interventi strutturali dell’assessorato regionale delle risorse agricole ha i numeri per dimostrare che l’AGEA non funziona e quali sono i disservizi ai quali vanno incontro gli agricoltori siciliani?

Comunque tra qualche giorno calerà il silenzio e tra sei mesi tornerà a parlarsi di ARSEA … e i tragedianti torneranno  a stracciarsi le vesti!

 

 

 

 

 

da fedro

Un giorno triste per i dipendenti onesti della Regione Siciliana, del 12.11.2013, martedì

novembre 13, 2013 in Vergognatevi da fedro

Sgombriamo il campo da ogni equivoco … se i dipendenti regionali oggetto dei provvedimenti odierni della magistratura inquirente verranno rinviati a giudizio proporrò ai nostri associati di far costituire la nostra Associazione parte civile per il danno arrecato alla dignità e onorabilità dei 18 mila dipendenti regionali che giornalmente cercano di fare il proprio dovere e nonostante ciò vengono continuamente posti all’attenzione degli organi di stampa che non perdono occasione per accusarli di tutti i mali della Sicilia … non ultima anche della presenza mafiosa in Sicilia.

Dal tenore delle accuse mosse ai 13 “colleghi”, delle quali si può leggere negli articoli che segnalo in calce a questo post, non sembrerebbero esserci margini per possibilità di errori anche se mi sfugge il disegno criminale del quale tutti loro sembrerebbero far parte. Così come mi piacerebbe capire le ragioni per cui a distanza di quasi due anni dalla scoperta dei fatti e nonostante il trasferimento ad altri uffici o la collocazione in quiescenza la magistratura disponga l’adozione di misure cautelari … ma lascio a chi ne capisce più di me di procedura penale le possibili motivazioni.

Per la maggioranza dei dipendenti coinvolti sembrerebbe innegabile l’aver commesso o “usufruito” del reato di peculato nel momento in cui si sono “distratti” fondi della Regione a proprio favore mettendo in atto una vera e propria truffa (versamento sul proprio conto corrente o su quello di sodali di somme destinate a reali fornitori o per prestazioni lavorative in plus orario non rese).

A questo proposito l’invito a guardare con attenzione “l’album fotografico” dei tredici “colleghi” che probabilmente non avrebbero mai immaginato una simile pubblicità e che adesso stanno provando sulla propria pelle il marchio dell’infamia, perchè è pur vero che oramai delinquere sembra che faccia curriculum ma questo non vale per la gente normale che vive una vita normale all’interno di una comunità normale dove di questo tipo di pubblicità non se ne può fare un vanto.

Noi non sappiamo quali siano state le motivazioni che hanno portato questi “colleghi” a commettere i reati loro ascritti, ma di fatto hanno provocato un danno a se stessi oltre che a tutti noi colleghi che certamente non saremo in cima ai loro pensieri ma che dovremmo esserlo in quanto di loro le cronache si dimenticheranno mentre della nostra categoria no.

Tra i 13 “colleghi” mi incuriosisce la posizione della dirigente coinvolta alla quale non sembrerebbero mossi addebiti di peculato (ma potrebbe essermi sfuggito qualcosa dalla lettura degli articoli) ma le si contesterebbe l’aver affidato incautamente a un proprio collaboratore le proprie credenziali per l’accesso al sistema informativo contabile attraverso le quali il o i “fiduciari” hanno posto in essere i reati loro contestati.

Il reato contestato alla dirigente, che però non so quale sia, deve far riflettere tanti altri dirigenti, anche qualcuno che forse oggi ricopre l’incarico di dirigente generale. Eccetto l’ipotesi in cui al dirigente possa essere stato sottratto il kit di firma a sua insaputa, ricordo infatti le diverse volte che in sede di rilascio delle credenziali alcuni dirigenti venivano accompagnati da propri collaboratori ai quali poi affidavano il proprio kit di firma e non so se poi affidavano loro anche i relativi codici di autenticazione nonostante si ricordasse loro la “delicatezza” di quei dispositivi per l’uso che se ne poteva fare.

Comunque la magistratura avrà sicuramente operato con la dovuta attenzione ma … La dirigente-scrittrice assolta dopo 10 anni … spero che non si sia commesso un secondo errore.

Mi auguro che quanto prima si giunga all’accertamento della verità … anche se per noi dipendenti onesti della Regione l’ennesima frittata è stata fatta.

Devo dire che in queste faccende la stampa non calca la mano e sembra che il cronista non si lasci andare ai soliti luoghi comuni … a quello ci pensano i commentatori anonimi che comunque in questo caso non mi sono sembrati particolarmente numerosi.

Resta il fatto che quando i cronisti torneranno a parlare del mito “Regione” e dei suoi “dipendenti d’oro” questa, come altre, storia costituirà l’ennesima perla della nostra collana del disonore.

Segnalo per dovere di cronaca le dichiarazioni rilasciate da tre autorevoli personaggi per il cui commento lascio all’intelligenza di ognuno di voi …

  1. Crocetta … Crocetta: “La verità emerge grazie alla giustizia” … veramente ancora non ci sono condanne. A quale giustizia si riferisce?

  2. Scilabra … “Dieci degli arrestati erano già stati trasferiti” … e gli altri perchè sono rimasti al posto loro?

  3. Corsello … “Albert in silenzio per otto mesi” … certo Albert non è la Scilabra o Crocetta …

  4. Segnalo anche l’intervista del dott. Albert sotto la cui gestione ha preso il via l’indagine e al quale si deve la scoperta della truffa … “Attenzione: casi del genere possono ripetersi”

  5. Non so cosa c’entrino i fondi UE ma la posizione dell’on. Musumeci è apprezzabile … Musumeci: “In Sicilia lo scempio dei fondi Ue”

E andiamo alla cronaca …

  1. Blitz dei carabinieri alla Regione 13 dipendenti agli arresti domiciliari

  2. Regione Sicilia, fondi europei dirottati su conti privati. Anche quelli per la legalità

  3. “In ufficio fino alle 23” E la busta paga cresce

  4. Funzionari in Sud America Una trasferta pagata 2 volte

  5. e purtroppo al muro del disonore … Blitz alla Regione Le foto degli arrestati

Non vorrei che al termine della lettura di questo post qualcuno potesse pensare che alla fine ho tentato una attenuazione delle responsabilità. Se pensaste una cosa del genere l’invito a tornare a leggere l’inizio di questo post … anche se vi confesso che scrivere questo tipo di post mi lascia con l’amaro in bocca … come penso che sia per tutti i dipendenti onesti, e sono tanti, della Regione Siciliana.

 

da fedro

Grazie “colleghe” Valenti e Giammanco!, del 29.10.2013, martedì

ottobre 29, 2013 in Vergognatevi da fedro

Ottimo lavoro Assessora Valenti e dirigente generale Giammanco!

Droga, mazzette, pure il doppio lavoro: alla Regione 300 i dipendenti indagati … e figuriamoci!

E’ importante essere i primi della classe. Non avevo letto ancora nessun rapporto così puntuale su una Pubblica Amministrazione. Non saremo stati i primi naturalmente. Chissà se è stato fatto un benchmark con altre Amministrazioni analoghe. Sarebbe interessante capire se alla Regione abbiamo più delinquenti che in altre. Chissà se possiamo vantare qualche primato.

Naturalmente l’assessora e la dirigente generale avranno guadagnato qualche altra stelletta agli occhi del presidente Crocetta fresco di fiducia all’ARS.

Che tristezza!

Ci voleva molto a immaginare quale sarebbe stato il tenore che i giornalisti avrebbero dato a questa notizia? Addirittura 300 provvedimenti disciplinari in meno di un anno! Si stenta a crederci … ma siamo proprio sicuri?

Se qualcuno sbaglia è giusto che paghi … ma che senso ha dare in pasto alla stampa queste notizie? Non lo si sa che poi il fango viene buttato addosso a tutti noi? Con quale coraggio potremo protestare se poi nei nostri uffici verranno assegnati precari con precedenti penali?

Devo leggere con attenzione questa legge in base alla quale le pubbliche amministrazioni sono tenute a pubblicare il TDI … che cos’è il TDI … chiedetelo all’Assessora e alla dirigente generale!

 

da fedro

I limiti della democrazia grillina, del 10.10.2013, giovedì

ottobre 10, 2013 in Vergognatevi da fedro

Ricapitolando: se un tema non è stato votato dalla rete (quale rete?) e non è stato inserito nel programma nessuno può prendere iniziative … anche se rispondenti al buon senso e a spirito umanitario!

Questo è ciò che sembrerebbe emergere dalla vicenda della quale sono pieni i quotidiani on line, e non solo, di oggi relativa all’emendamento proposto in commissione giustizia al Senato da due senatori grillini , e approvato, sul reato di clandestinità … i grillini hanno avuto il sostegno di PD e SEL.

Dopo una notte in cui le critiche del popolo grillino del web si sono levate contro l’iniziativa dei senatori grillini è arrivata la “scomunica” del duo Grillo-Casaleggio che hanno invitato i propri “portavoce” a non cimentarsi in ruoli da dottor Stranamore e attenersi al programma di M5S e a seguire il verbo del duo Grillo-Casaleggio.

Una domanda.

Ma se il M5S andrà al potere e governerà ci dobbiamo attendere che così come per il Winforlife ogni quarto d’ora i grillini saranno chiamati a esprimersi sulle posizioni da assumere? Ve lo immaginate il premier grillino che durante un vertice con il presidente USA si collega in streaming e consulta la base su tutti i temi non presenti nel loro programma di governo? O forse si limiterà a dire … non è nel nostro programma, ne parliamo alla prossima legislatura!

Una risposta a Grillo nei titoli di alcuni articoli … il quale sembra avere anche memoria corta … ma come si sa soltanto i cretini non cambiano mai idea!

  1. Giuseppe Vacciano: il senatore che smentisce Grillo sull’emendamento della clandestinità

  2. Immigrazione clandestina/ Giorgio Ciaccio (M5S): “Beppe Grillo ha detto una stronzata”

  3. Grillo segna la fine della web-democracy all’italiana

  4. Blog Beppe Grillo pubblica le regole M5s per presentare nuove leggi. “Modifiche? La prossima legislatura”

  5. Quando Grillo diceva: «Gli immigrati sono gente straordinaria»

da fedro

Solidarietà al collega accoltellato … aspettando quella del Governo regionale, del 10.10.2013, giovedì

ottobre 10, 2013 in Vergognatevi da fedro

L’episodio è successo lo scorso martedì pomeriggio ma la stampa on line ne ha dato notizia soltanto oggi …

… e forse la notizia non è ancora arrivata nelle stanze del governo regionale che sicuramente non farà mancare un messaggio di solidarietà al dipendente della Regione Siciliana che si è opposto alle vessazioni di un “posteggiatore abusivo” che ha “privatizzato” il parcheggio privato nella disponibilità del Dipartimento!

Ci rendiamo conto che il governo è troppo impegnato sul fronte dell’antimafia e dei delitti contro la Pubblica Amministrazione ma un riconoscimento a chi si oppone nel quotidiano, senza clamore, a tanti piccoli gesti delittuosi nell’esercizio del proprio lavoro è quello che si aspetterebbero i dipendenti della Regione e che si aspetterebbe la nostra Associazione!

Al collega, e ai suoi familiari, la solidarietà della nostra Associazione!

Per la cronaca … il posteggiatore abusivo agli arresti domiciliari ha già un sostituto … scommettiamo che tra 5 mesi tornerà il “titolare”?

da fedro

Vergognatevi, del 08.08.2013, giovedì

agosto 8, 2013 in Vergognatevi da fedro

 

  1. Il Cavaliere piangente … questo è quello che pensano le persone di buon senso!

  2. Catania, ricatti ai dipendenti arrestati due imprenditori … e questi sarebbero “imprenditori”?

  3. Da 91mila a 40mila euro mensili la top ten delle pensioni d’oro Inps … è semplicemente verognoso! Come è stato possibile che la politica abbia generato una simile mostruosità? Una pensione è uno strumento “sociale” e a chi lavora non si può chiedere di pagare certe pensioni con i propri contributi! Una pensione a carico degli enti previdenziali pubblici non possono essere superiori a una cifra dell’ordine dei 4-5 mila euro netti al mese. Se si vuole di più … si ricorre alle pensioni integrative!

  4. L’Ars chiude per ferie: un vero e proprio scandalo … che aggiungere!

 

da fedro

Vergognatevi, del 07.08.2013, mercoledì

agosto 7, 2013 in Vergognatevi da fedro

 

  1. Mutui subprime, sotto accusa Bank of America. Governo Usa e Sec: “Ha truffato i clienti”
    … sotto un doppio petto grigio troppo spesso si celano i peggiori delinquenti che mettono a rischio la vita di intere popolazioni. Chi offre rendimenti “incredibili” e chi li accetta sono egualmente colpevoli!

  2. Ecco la top ten delle pensioni d’oro: in testa Sentinelli con 91.337,18 euro al mese
    … il solo avere immaginato che l’intera comunità debba pagare simili “rendite” è un delitto, figurasi poi se le deve pagare realmente! Questi sono “patti” da non rispettare … sia nel pubblico che nel privato!

  3. Gesip: “Non vuole pulire” Contestazione per un dipendente
    … quanta gente si sottrae al lavoro per il quale è pagato? Troppa!

  4. Ars, seduta oggi e domani Poi tutti in vacanza fino al 18 settembre
    … con quello che guadagnano e con quello che producono meritano proprio una lunga vacanza!

  5. Tagli agli stipendi dei deputati Falcone: “Un errore rinviare”
    … toccami Cicco che mamma non c’è!

  6. Corte Conti: ‘Evasione Iva, persi 46 mld nel 2011’
    … quanti di noi hanno contribuito … direttamente o indirettamente?

  7. I rimborsi gonfiati dell’Ospedale Israelitico
    … dove ti volti volti …

  8. Contessa licenzia domestica perché incinta Dovrà risarcirla con oltre 21 mila euro
    … ma diciamo vero? Mi riferisco al licenziamento!

 

 

 

da fedro

Vergognatevi, del 05.08.2013, lunedì

agosto 5, 2013 in Vergognatevi da fedro

 

  1. Grande … quando ai proclami e alle epurazioni seguono atti concreti  …  Sicilia, paralizzati gli uffici di valutazione dell’impatto ambientale … di incapacità!

  2. Sbatti il mostro in prima pagina  …  La replica di Bontempo Scavo: “Troppi pregiudizi su di noi” … funziona sempre?

  3. Con quello che spendiamo nella sanità un fatto del genere non dovrebbe succedere … Elicottero guasto, non c’è posto in rianimazione, donna muore

  4. E dire che questa società è stata gestita dai “migliori” manager d’Italia … quanto meno per quanto percepivano e percepiscono di stipendi … Telecom: Fitch taglia rating a BBB-, outlook negativo  …  Tra conti in rosso e richieste danni, Telecom finisce a un passo dalla “spazzatura” …

  5. E ancora non sono arrivate il resto delle sentenze   …  Cetto Berlusconi … Le altre facce della Santanchè … a cosa dovremo ancora assistere?

  6. Che cosa ci si poteva aspettare … Sit-in Pdl, multa dei vigili per palco abusivo. Marino: “Verificheremo danni” …

  7. Ma certa gente fa politica solo per sistemare la parentela?  … Girgenti Acque, Di Rosa: “Chiarezza sulle parentele” …

  8. Dopo che ci siamo affrancati dalla monarchia ci becchiamo la democrazia erediatria …   Il Cavaliere e il vertice di famiglia I figli pronti a scendere in campo …

 

da fedro

Vergognatevi, del 3.08.2013, sabato

agosto 3, 2013 in Vergognatevi da fedro

 

La vicenda della condanna definitiva di Berlusconi sta mettendo in mostra il peggio di cui possono essere capaci donne e uomini che antepongono il proprio interesse personale alle regole su cui si regge la convivenza civile in un Paese democratico.
  1. Figurarsi se poteva mancare lui  …  Berlusconi condannato, Giovanardi (Pdl): “Norma decadenza non applicabile”
  2. Dal dimenticatoio risorge anche questo … Berlusconi condannato, Bondi: soluzione politica o si rischia una guerra civile … al quale finalmente qualcuno replica a tono … Berlusconi, Bondi: “Rischio guerra civile”. Il Quirinale: “Dichiarazioni irresponsabili” … anche se due calci nel c… sarebbero stati più efficaci!
Fanno a gara a chi attira di più l’attenzione
  1. Berlusconi condannato, presidente Fiera Milano: “Segniamo le case dei giudici”
  2. Condanna Berlusconi, la difesa dei ‘suoi’: “Prigioniero politico”
Nel PD non perdono il vizio e anzichè pensare a mettere in campo la squadra che serve al Paese per le prossime elezioni pensano agli interessi delle diverse anime del partito … proprio bravi
  1. «Usare» Enrico contro Matteo Bersani ora vuole accelerare
Altri simpaticoni che avrebbero potuto aiutare il Paese e che invece hanno preferito dare ascolto ai loro quattro carbonari della prima ora
  1. Nuti (5 Stelle) «Patto con il Pd e legge elettorale, poi il voto»  … ma sarà vero?
Ma anche dalle nostre parti c’è qualcuno che non ha problemi nell’adottare comportamenti esecrabili …
  1. “Per Crocetta sarei mafioso? Ma alla Sirtec nessuna revoca” …chiederà scusa? Ma forse il diretto interessato non si accontenterà!
  2. Sicilia, paralizzati gli uffici di valutazione dell’impatto ambientale … e con le 3000 autorizzazioni in attesa di rilascio che bloccavano l’avvio di importanti iniziative impenditoriali come è finita?

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi