Conto da 12 miliardi per gli statali, da IL SOLE 24 ORE del 23.12.2013

8 gennaio 2014 in Post ad hoc

Conto da 12 miliardi per gli statali

di Giovanni Trovati

In cinque anni maxi-risparmi sui costi del personale – Confermato il blocco nel 2014 

Dodici miliardi di curo tra 2010 e 2014, a cui si aggiungono i risparmi strutturali nel tempo rinvigoriti anche dalla legge di stabilità.

È il conto che il pubblico impiego si è visto servire finora dalla crisi economica e dall’esigenza di stringere la spesa dedicata agli stipendi per tenere in piedi i saldi di finanza pubblica.

La legge di stabilità 2014 conferma anche per il prossimo anno il congelamento di rinnovi contrattuali e stipendi individuali, l’estensione del blocco al Servizio sanitario nazionale e ferma anche la misura dell’indennità di vacanza contrattuale fino al 2017 ai valori in vigore al 31 dicembre 2013. In più, per chi matura il diritto di andare in pensione a partire dal prossimo 1° gennaio, si allungano ulteriormente i tempi necessari a incassare la buonuscita, sotto forma di trattamento di fine rapporto o di fine servizio. La tranche che verrà erogata il primo anno scende da 90 mila a 50 mila curo, le quote da 50 mila a l00 mila euro saranno versate il secondo anno e le eventuali fette sopra quota l00 mila euro andranno in pagamento il terzo anno: non è solo una questione di pazienza, però, perché gli importi tenuti in caldo dall’amministrazione non si rivalutano e quindi l’attesa si traduce in una perdita secca che, in termini di mancati interessi, ai livelli attuali può raggiungere il 7-8 per cento. (…)

Condividi