I furbetti dell’impegno civile, di Paolo Luparello, del 03.03.2015, martedì

3 Marzo 2015 in Noi la pensiamo così, Prima Pagina

I furbetti dell’impegno civile,

di Paolo Luparello

La vicenda di un “furbetto” palermitano preso mentre incassa una mazzetta riempie le cronache siciliane e assurge a notizia anche su alcuni quotidiani nazionali. La notizia in se non è di quelle che meritano una grande attenzione atteso il numero di truffe e malefatte che quotidianamente abbondano sui giornali e che vedono come protagonisti politici, burocrati, difensori dello Stato, comuni cittadini. La notizia merita attenzione per i soggetti coinvolti.Paolo a Marina di Cottone

Entrambi rappresentanti di una associazione imprenditoriale che dell’antimafia e dell’antiracket ha fatto la propria bandiera. Al giorno d’oggi lo stupore è diventata merce rara e questo caso non mi stupisce affatto anche se ci sarebbe proprio da stupirsi. Un paladino della legalità che chiede una tangente a un altro appartenente alla stessa associazione di categoria che della legalità ha fatto la propria crociata. Che lezione trarre? Vizi privati e pubbliche virtù? E’ tutto un gioco delle parti? Oggi tira il prodotto “legalità” e tutti a professarlo?

Sicuramente c’è tanta gente perbene che aderisce a certe battaglie civili perché ci crede e crede che il cambiamento sia possibile. E’ pur vero che in una regione come la Sicilia dove il trasformismo è una dote innata è impossibile che anche una quota di trasformisti non provi a radicarsi dove meno te lo aspetti?

Ma perché un trasformista dovrebbe arruolarsi sotto certe bandiere che richiedono forti principi morali e i cui appartenenti dovrebbero riconoscere a distanza millantatori e opportunisti, se non anche i delinquenti? E’ possibile che uno si dichiari a favore di una causa e nessuno prova il minimo sospetto che quella fede non sia genuina?

Nel caso del furbetto palermitano potrebbe trattarsi di un colpo di testa. Il cedimento di fronte a una situazione di stress finanziario. L’ascolto delle intercettazioni però danno l’impressione che l’organizzazione dell’estorsione non sia proprio frutto di improvvisazione … ma le fiction televisive offrono tanti spunti che anche uno sprovveduto può trasformarsi in un genio della truffa! Sarà andata così?

La vicenda mi convince sempre più che la politica e le associazioni di categoria dovrebbero fare un passo indietro rispetto alla gestione di qualsiasi organizzazione che gestisce risorse pubbliche. Politici e rappresentanti di categoria facciano i politici e si occupino delle loro associazioni, lascino la gestione di organizzazioni pubbliche o pubblicistiche o partecipate dal pubblico a professionisti. Si limitino al controllo, a un vero controllo sulla sana gestione di enti pubblici e di società partecipate.

Trovo assolutamente inconcepibile che divenire il paladino di una causa possa spianare l’accesso a incarichi e poltrone che, a mio modo di vedere, snaturano l’aurea che dovrebbe contraddistinguere l’impegno civile disinteressato del paladino stesso. Ci vuole molto per capirlo?

Ma la politica non ama probabilmente il controllo duro e puro … chissà quanto hanno resistito, nella notte dei tempi, i probi paladini alle lusinghe degli incarichi prezzolati!

— — — — —

 … e altri commenti …

Il danno che fanno certi personaggi alla cultura della legalità e della lotta alla mafia è immensamente superiore a quei quattro soldi per i quali si vendono! Non meritano neanche il disprezzo … dimentichiamoli in fretta, basta che tra qualche mese non c’è li ripropongano in qualche nuova veste!  … Roberto Helg arrestato, in Sicilia sviluppo non fa più rima con legalità. La fine di una certa antimafia

Furbizia all’emiliana? … Emilia, Bonaccini taglia i bonus a dirigenti sanità. Ma solo a partire dal 2016

Ma c’è un settore dell’economia siciliana nel quale ha messo mano la politica senza generare sprechi e ruberie? … Nuova bufera al Consorzio autostrade, arrivano 51 avvisi di garanzia

Nell’era di Crocetta? Ma che dicono mai? … Contributi Regione Sicilia: l’illegittimità della tabella H

L’assessore ai rifiuti è appena arrivata e non le si può certo rinfacciare alcunché … oggi. Vediamo tra 6 mesi se potrà rinfacciare a Orlando qualcosa! Da palermitano spero che Orlando riesca a far pulire e a tenere pulita Palermo! … Bellolampo, riapertura in bilico Scontro Contrafatto-Orlando

Non ci sono problemi, ci va a parlare lui con quelli di Bruxelles! Saro naturalmente! … Valutazione Ambientale Strategica L’Ue indaga sulla Sicilia

Questo senso di attaccamento è sinceramente encomiabile! E tutti fanno a gara per aiutarla … anche se l’aiutino del presidente Crocetta non deve essere stato molto apprezzato … riferendomi alla nomina del presidente del San Raffaele! … L’ultimatum e il manager Altri due schiaffi a Lucia

Userò poco la macchina ma alla luce di questa notizia all’ambiente gioverebbe di più se tornassi alla posta ordinaria! … Otto e-mail inquinano come 1 km in auto

Potrebbe chiedere consigli al legislatore siciliano … un esperto in tema di pensioni! … Pensioni, Tito Boeri propone l’uscita dal lavoro con assegni più leggeri. “Tutti avranno il calcolo di quanto riceveranno”

Che sia proprio segnali di una ripresa forse no ma il Landini prega forse che continui la recessione? … Lavoro: Landini, parlare di ripresa è forzatura

Lavorare fino a 70 anni? Opportunità o minaccia? … Pensioni: Barbagallo, aprire a uscite a partire dai 62 anni

Trovo immorale che uno Stato giochi con la finanza creativa! In questo caso paghiamo non si sa quanti miliardi di euro per dei “derivati” che ci vedono perdenti in caso di tassi di interessi bassi! Incredibile … ma allora perché siamo entrati nell’euro?  … Derivati, Mef: infondato lo spettro su rischio tenuta conti pubblici

Sempre a proposito dell’immoralità di certe operazioni! In questo caso una operazione che si presume fraudolenta ci costò 2,5 miliardi di euro! … Trani, altre accuse contro S&P: nel mirino il derivato di Morgan Stanley