Tra pioggia e vento, di Fedro

30 Gennaio 2019 in Prima Pagina, Racconti

Camminare non lo spaventava, nemmeno se avesse dovuto portarsi in spalla uno zaino del peso di 10-15 kg. Fu così che un giorno decise di uscire da casa con la ferma convinzione che non vi avrebbe fatto più ritorno se non avesse raggiunto la meta di sempre, la cattedrale di Santiago a Compostela.

I preparativi non furono particolarmente complessi per una scelta precisa, quella di non programmare nulla, di non darsi delle scadenze, di seguire le sensazioni del momento.

Quella poteva essere l’avventura di tutta una vita e ne voleva suggere ogni minuto, ogni metro di strada, ogni scorcio di paesaggio che gli si fosse presentato davanti agli occhi.

Lasciò casa sua come se dovesse ritornare di lì a poche ore, ma trascorsero 15 anni 6 mesi e un giorno prima di farvi ritorno.

— — —

Nelle migliori librerie