Io la penso così, di Fedro, del 01.07.2017, sabato

1 Luglio 2017 in Noi la pensiamo così, Prima Pagina

Io la penso così, di Fedro, del 01.07.2017, sabato

Si sa da mesi che il Ragioniere Generale, dott. Salvatore Sammartano, sarebbe andato in pensione a far data dal primo luglio 2017, e il governo che fa? Aspetta che lui vada in pensione e convoca la giunta che dovrà nominare il suo successore il 4 luglio 2017. Uno dei posti nevralgici dell’Amministrazione regionale non viene quindi coperto con una nomina ponderata e senza soluzione di continuità, ma si viene a creare una sorta di cesura che anche per pochi giorni bloccherà l’attività di importanti settori dell’Amministrazione regionale … i pagamenti per esempio!
Ma è questo il modo di amministrare una Regione?

Il fatto che la Corte dei Conti non abbia fatto mancare la parifica a bilanci della Regione che presentavano ben più pesanti criticità nel passato, con presidenti come Cuffaro, Lombardo e lo stesso Crocetta, non vuol dire che la stessa oggi non debba fare valere quelle che giudica gravi carenze tali da chiedere di non approvare la parifica del bilancio 2016. Ma le omissioni che oggi la Corte denuncia sono una novità di quest’anno?
Aspettiamo le risposte che il Governo darà e speriamo che questa uscita della Corte non danneggi la Regione agli occhi delle agenzie di rating che difronte a una denuncia così grave potrebbero penalizzare il giudizio sulla accountability dell’Ente che sicuramente in questi ultimi 3 anni ha fatto un enorme lavoro che sarebbe dovuto essere riconosciuto pubblicamente … sempre se si parla di contabilità!

Notiziona!!! Udite udite! Per il 15esimo anno di fila il procuratore della Corte dei Conti punta il dito sul rapporto tra numero di dirigenti e numero di unità di personale del comparto non dirigenziale. Sembrerebbe che ogni 9 unità di personale a tempo indeterminato ci sarebbe un dirigente, ben lontani dal rapporto che c’è il altre Regioni italiane. Naturalmente al procuratore non interessa se poi nell’amministrazione regionale ci sono altre migliaia di persone che lavorano sotto il coordinamento dei dirigenti (PIP, SAS, personale a tempo determinato, senza contare poi gli operai forestali, o i professionisti dell’assistenza tecnica). Ma possibile che nessuno si alza e faccia presente la pochezza di questo indicatore?