Se non siamo buoni a spendere i nostri soldi come …, del 21.10.2013, lunedì

22 Ottobre 2013 in Post ad hoc

 

Riceviamo, divulghiamo e proviamo a rispondere

“Caro Paolo,

grazie per la risposta personalizzata. Che ne sai della ripartizione del fondo per i dirigenti? qui all’ex xxx dove mi trovo deportata, non si possono fare i contratti e tutti lavorano con una lettera di preposizione. Si parla di andare al di sotto del minimo della pesatura, di clausola di salvaguardia manco a parlarne, e ciò sembra incredibile. La questione in dipartimento passa sotto silenzio in quanto qui i colleghi tecnici con gli incentivi alla progettazione arrotondano.. ma gli altri leccano la sarda.

In fondo anche se sparpagliati con criteri folli tra i vari assessorati,   il numero complessivo dei dirigenti regionali non è aumentato, anzi dovrebbe essere diminuito per i normali pensionamenti! perchè allora i fondi assegnati ai singoli dipartimenti sono per tutti moooolto inferiori al fabbisogno? una volta ammessa l’inammissibile decurtazione del 20% del fondo, al di sotto di questa non si dovrebbe andare visto che di altre decurtazioni non si è saputo nulla. Come è possibile che i conti non tornano affatto?

Ho l’impressione che per aver promosso a caposervizio alcuni dirigenti di UO, i costi, invece di diminuire, sono aumentati. Che ne sai? forse sarebbe il caso, dopo quasi un anno senza contratto, di fare una seria disamina della vicenda, dovremmo essere nervosetti. E’ uno spunto impegnativo.”

Cara amica,

non svolgendo più attività sindacale sono oramai fuori da certi “flussi informativi” e quindi non sono in grado di darti una risposta esauriente e certa. Posso però provare a fare delle considerazioni. Non tutti i dirigenti sono senza contratto e a chi ha un contratto vigente sembra che la decurtazione non sarà effettuata. Ciò comporterà che se tutti avremmo dovuto subire una decurtazione e se una parte non la subirà è di tutta evidenza che coloro i quali subiranno una decurtazione ancora più consistente … e naturalmente potrebbe esserci anche la tua “impressione” sugli avanzamenti da responsabili di uob a quelle di aree e servizi.

Il fattore economico è certamente importante e non passa giorno che qualche collega con il quale mi sento non manifesti il proprio chiamiamolo disagio. Non si vedono i soldi e nemmeno i contratti. Scandaloso!

Così come trovo scandaloso che soltanto a ottobre ci si ricordi di ripartire il FAMP dei colleghi del comparto costringendo tutti gli uffici a una sorta di pantomima per elaborare piani di lavoro sconosciuti ai più per i quali si distribuirà l’equivalente di una mensilità senza alcuna possibilità per chi permette di mandare avanti la baracca di vedere riconosciuto il maggior valore del proprio lavoro di fronte a plotoni di colleghi impegnati nelle più disparate attività di “back-office” nei più sperduti uffici. E così quello che potrebbe essere uno strumento per attirare professionalità dove queste servono si continuano a registrare carenze importanti attività che richiederebbero un maggiore sforzo.

Altrettanto scandaloso trovo l’assegnazione di risorse del FAMP per la realizzazione di progetti obiettivo in dipartimenti che non potranno essere in grado di spendere quelle risorse … come faranno a spendere quei soldi in appena due mesi, per di più andando incontro al Natale?

Naturalmente tutto questo va bene ai sindacati che a quanto pare non sono nervosetti e distribuiscono  ottimismo a destra e manca.

C’è troppa rassegnazione in giro.

Non so se dietro questi ritardi ci sia una precisa volontà politica o semplice incapacità!

Per quanto io continuo a credere che alla Regione ci sia una parte sana di dipendenti … devo purtroppo ammettere che quei pochi che tanto sani non sono riescono a bloccare tutto e se riescono a bloccare anche i nostri soldi figuriamoci gli investimenti e quant’altro.

Ma noi non ci fermeremo … quelli di“Perchè no…qualcosa si muove”! Chissà che prima o poi non riusciremo a smuovere un po’ di gente e cominceremo a far riflettere seriamente chi di dovere!