Le riflessioni del viandante, del 25 giugno 2016, sabato

Giugno 25, 2016 in Prima Pagina, Racconti

Le riflessioni del viandante, del 25 giugno 2016, sabato

Oggi avevo deciso che avrei fatto la salita (“l’acchianata”) di Montepellegrino. Sarebbe stato un Luparello Paolo 02fuoriprogramma per questo periodo dell’anno, ma l’incendio che una decina di giorni fa ha sfregiato il monte caro ai palermitani mi aveva fatto prendere questa decisione. Avevo preso questa decisione dopo la triste immagine di Montepellegrino, di un colore marrone scuro tipico delle superfici percorse dal fuoco, che mi era apparsa tornando a Palermo da una breve vacanza. Non che prima il monte fosse coperto da boschi rigogliosi, ma quella vegetazione che lo copriva a tratti sul versante che guarda a oriente, era una immagine familiare per chi giungeva a Palermo proveniente dalla Sicilia occidentale, percorrendo l’ultimo tratto dell’autostrada Palermo-Catania.

Leggi il resto di questa voce →

Le riflessioni del viandante, del 12.03.2016, sabato

Marzo 12, 2016 in Aneddoto, Prima Pagina

Le riflessioni del viandante, del 12.03.2016, sabatoAcchianata con Mario e Ina

E anche questo sabato è arrivato. La sveglia segna le 4,30. Un po’ presto per alzarsi … anche se l’acchianata attende. Da fuori giunge il suono di una pioggia fitta e insistente. Meglio che si scarichi adesso e che magari più tardi attenui la sua intensità, magari smette. Non è certo la pioggia che può fermare il viandante. Alle 6 è finalmente l’ora di alzarsi. La pioggia sembra essere cessata, ma il cielo è una coltre di nubi … pioverà ancora. Solita colazione, piccole abluzioni, aggiornamenti su Facebook … è giunta l’ora di scendere. Pioviggina. Oggi alle falde dovrebbero esserci altri due pellegrini. Verranno con questo tempo? Lo saprò più tardi. Il tratto che mi porta alle falde non riserva particolari novità, solita netturbe invade strade e marciapiedi. La pioggerellina cade leggera e gentile. Alla pompa di benzina di via Imperatore Federico una sorpresa. Un signora sta facendo benzina e mentre il benzinaio la sta servendo, lei sembra manovrare con l’immancabile smartphone. Non vedo lo smartphone, lo intuisco. Quando però le giungo vicino e vedo cosa ha effettivamente in mano sono colto da stupore! Non sta messaggiando o aggiornando qualche social … sta semplicemente cercando nel portafoglio le banconote da dare al benzinaio. Un gesto assolutamente anonimo riesce a stupire perchè da chi sta al volante, e non solo, oramai ti aspetti che si dedichi soltanto ed esclusivamente all’utilizzo dello smartphone … i più bravi riescono a parlare … a messaggiare e anche a fumare … ma quante mani ed emisferi cerebrali hanno?

Leggi il resto di questa voce →

Le riflessioni del viandante, del 20.02.2016, sabato

Febbraio 20, 2016 in Eventi, Prima Pagina

Regioniamo Sicilia Banner

Le riflessioni del viandante, del 20.02.2016, sabato
di Paolo Luparello
Una mattinata fredda. Le aspettative erano di una tiepida mattina di quasi primavera. La temperatura è bassa, per i nostri standard. Il cielo non è terso e grosse nuvole non permettono al sole di irradiare tutti e tutto. Ma qualsiasi siano le condizioni climatiche non si rinuncia al piacere di andare e di inerpicarsi per quel luogo quasi incantato che è Montepellegrino.

Un monte che domina Palermo che gli si cinge attorno. Camminare spaventa i più, se poi ci acciungi anche la salita, pochi sono coloro che decidono di cimentarsi. Ma chi si cimenta scopre poi la bellezza di questa avventura.

Leggi il resto di questa voce →

Le cronache del viandante, di sabato 6 febbraio 2016

Febbraio 6, 2016 in Contributo, Prima Pagina

image001— — —

Le cronache del viandante, di sabato 6 febbraio 2016

di Paolo Luparello
— — —
Anche oggi si “acchiana”! Si sale a Montepellegrino. Partendo da casa e facendo il percorso di andata e ritorno saranno circa 14 km, tutti da percorrere rigorosamente a piedi. Sono 3 ore-3 ore e mezza di cammino e di pensieri … riflessioni, ma anche incontri. Solo quando arrivo alle falde del monte so con chi farò la salita. Oggi sono in buona compagnia … sarò solo con i miei pensieri. La giornata inizia fredda ma presto si riscalderà. Il cielo è terso che quando comincerò a salire, i raggi del sole mi costringeranno a togliere qualche indumento. Chissà se questi scherzi di inverno-non inverno ci puniranno con una primavera-non primavera … penso alla data della “Non Festa” … se non dovesse esserci bel tempo la fruizione degli spazi aperti sarebbe un bel problema. Ma ci penseremo a tempo debito.2015 11 15 Paolo prima della partenza 2

Salendo non incontro quasi nessuno … solo una pellegrina che sale a passo lento e raccolta in meditazione. Saluto e continuo. Il passo è veloce … non sento la fatica … non è soltanto perchè sono allenato dalla corsa … sono animato dall’entusiamo! L’entusiasmo per i momenti che stiamo vivendo con questa “Non festa” che ci siamo messi in testa di realizzare. Ripercorro le immagini del sopralluogo di ieri. C’è una voglia di fare … di partecipare … di realizzare qualcosa di bello e di gratificante per tanti. Ma non è solo a questo che devo l’entusiamo che rende leggero il mio passo. Penso a due messaggi che ho appena ricevuto. Prologo. Questa mattina ho postato nell’evento di Facebook della “Non Festa” l’avviso che abbiamo aperto le donazioni. Questo è il messaggio “Da oggi 6 febbraio 2016, sabato, apriamo ufficialmente la raccolta dei contributi che ognuno vorrà dare per finanziare la “Non Festa”. Utilizzeremo il conto corrente dell’Associazione “Perchè no…qualcosa si muove” e come causale si dovrà scrivere “Offerta per la Non Festa” aggiungendo il nominativo e il codice fiscale del donante (utilizzeremo questi dati per la registrazione al villaggio della “Non Festa” dove troverete alcune sorprese in corso di definizione). Stiamo valutando la possibilità di individuare dei “fiduciari” che si facciano carico della raccolta dei contributi di coloro che non vorranno usare lo strumento del bonifico bancario. Le coordinate bancarie saranno inviate a chi le richiederà. Grazie a tutti per la generosità. Un saluto da Paolo Luparello”

Il messaggio è stato postato alle 7,10 e alle 7,40 arriva la prima risposta tramite Messenger “mandami le coordinate bancarie … stai mettendo l’anima in questa organizzazione della festa … sei un grande … Io dopo tanti anni di amministrazione … E dopo tutto quello che sta succedendo alla regione Non mi ci trovo più” … sul momento non posso rispondere ma più tardi questa sarà la mia risposta “… quando ho letto il messaggio ero per strada verso Montepellegrino e con lo smart non mi trovo molto a scrivere. Leggendo le ultime frasi mi hai fatto preoccupare … poi ho letto la parte iniziale del messaggio e mi hai non solo rincuorato ma mi hai regalato uno di quei momenti che non hanno prezzo! Grazie a te e spero che la “Non Festa” possa essere l’inizio di qualcosa … non saprei dirti cosa, ma qualcosa! In gamba … abbiamo bisogno anche di te!”

Alle 8,18 è arrivato il secondo messaggio, un po’ più laconico … “Richiedo coordinate bancarie. Buon giorno. Cari saluti”.

Leggi il resto di questa voce →

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi